I cookie ci aiutano a fornire in modo adeguato i nostri contenuti. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Per saperne di più: informativa

Ok e continua
 
Home
27 | 07 | 2016
Benvenuto nel Club Alpino Italiano - Sezione Verbano

Cari Soci e Simpatizzanti,
cerchiamo fotografie legate al Rifugio Pian Cavallone per celebrarne la dedicazione a Roberto Clemente.

Il prossimo 25 settembre 2016 il nostro Rifugio, al termine di una lunga serie di lavori, verrà ufficialmente dedicato a Roberto Clemente - che è stato presidente della Sezione per oltre 36 anni - con una cerimonia semplice, ma, ci auguriamo, condivisa tra soci ed amici che vedono in quel luogo, il Pian Cavallone, la loro “montagna di casa”, nel Rifugio, un po' la loro “casa comune”, sintesi di ricordi, di incontri, di emozioni, di esperienze escursionistiche e non solo e, in Roberto Clemente, un uomo, un presidente, da non dimenticare.
Foto storiche Rifugio Pian CavalloneVorremmo abbinare questa festa a delle immagini che esprimano la storia del Rifugio al Pian Cavallone, la storia della struttura, la storia del lavoro che tante persone, socie e non socie del CAI, vi hanno profuso negli anni con grande generosità, lavoro che ha consentito al Rifugio di vivere, di superare tante problematiche, di essere aperto e di aprirsi all'accoglienza, la storia di eventi, di ricorrenze, di feste, di incontri, di persone.
E con le immagini vorremmo realizzare due cose:
1) un video da proiettare il 3 giugno alla sera in Piazza Ranzoni a Intra in occasione delle manifestazioni legate alla “Maratona della Valle Intrasca”
2) una mostra fotografica, all'interno del Rifugio, con materiale cartaceo.
Ci appelliamo pertanto a tutti coloro che sono transitati dal Pian Cavallone di darci una mano a mettere insieme tante immagini belle: del luogo, degli eventi, delle persone, dell'edificio, ecc. ecc.  in modo da realizzare una rappresentazione condivisa del nostro Rifugio e di ciò che esso rappresenta per ciascuno di noi.
Ringraziamo sin d'ora per la disponibilità.
Le immagini digitali possono essere inviate  a : Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
quelle cartacee consegnate in sede, previo contatto telefonico con Franco tel. 0323 556282 / 333 6189973 o  Carla 335 492648

 
AVVISO PER GLI ESCURSIONISTI
L'eccezionale stagione invernale ha determinato numerosi danni e frane sul sentiero R3 (difficoltà EE) che dal Pian Cavallone porta al Pizzo Marona, rendendone difficile e pericoloso il transito.
E' stato ripristinato e reso agibile, grazie ai lavori effettuati dall'Ente Parco Nazionale Val Grande, il primo tratto che dalla Cappella del Pian Cavallone va al Colle della Forcola, mentre ancora permangono smottamenti nei tratti successivi.
 
Prossimi appuntamenti con il CAI Verbano - Intra Stampa
26 giugno Festa della Croce alla Zeda e benedizione della lapide e della nuova croce in memoria di Angioletto Mascetti, il ragazzo morto in Zeda un secolo fa.
Programma:
Ore 10.30 S.Messa presso la Croce sulla cima del Monte Zeda, in ricordo di Roberto Silvestri
Segue benedizione lapide e nuova croce in memoria di Angioletto Mascetti
Ore 13.00 Pranzo al bivacco del Pian Vadà preparato dagli Alpini del Gruppo di Aurano
In collaborazione con l’ANA Sezione di Intra - Gruppi di Aurano e Falmenta ed altre Associazioni.
Manifestazione inserita nelle escursioni a tema "La religiosità alpina" delle Sezioni Est Monte Rosa.
Info: F.Rossi 333 6189973; F. Ramoni 0323 587335
La locandina della giornata
La ricostruzione della tragica vicenda di Angioletto Mascetti effettuata dal socio Guido Canetta, nuova lapide e nuova croce posata sul Monte Zeda
Le foto della giornata
Alpinismo giovanile3 luglio  Alpinismo Giovanile
Rifugio Zamboni Zappa e Lago delle Locce – Monte Rosa.
Informazioni presso le Sezioni CAI Verbano Intra e Pallanza
3 luglio Giro ad anello Macugnaga, Alpe Bletza, Alpe Schena, Lago delle Fate, Isella, Pecetto.
Alla scoperta di vecchi alpeggi, con splendide vedute sulla parete est del monte Rosa, del Pizzo Bianco, della punta Grober e dei corni di Faller.
Possibile visita alle bancarelle della Fiera di San Bernardo.
Difficoltà: E - Dislivello: m 700 - Tempo percorrenza: 5 h
Partenza alle ore 7.00 da Verbania Suna, P.le Cimitero
Info: Marone Lucia 340 3700741; Mora Pucci 0323 581149
La locandina dell'escursione
Le foto dell'escursione

10 luglio Giro dei Rifugi del Gran Paradiso nell´alta Valsavarenche (AO).
Da Pravieux (m 1834) al Rifugio Chabod (m 2750), traversata al Rifugio Vittorio Emanuele II (m 2735) e discesa a Pont (m 1960); giro ad anello sotto le pareti e i ghiacciai del Gran Paradiso attraverso splendidi boschi e grandiosi depositi morenici.
Dislivello: salita m 1255 - discesa m 1130; Percorso km 16,5.
Difficoltà: E - Tempo percorrenza: 6 h 45 min.
Partenza alle ore 5.30 da Verbania Possaccio in pullman
Info: M.Totolo 0323 404353 e F.Ramoni 0323 587335
La locandina dell'escursione
Guarda su Google Earth
Le foto dell'escursione

16/17 luglio Alphubel (m 4206) dalla Taschutte - Alpinistica nel massiccio dei Mischabel da Saas Fee.
Dislivello 1° giorno 500 m circa (da 2200 a 2701 del rifugio) h 1.30
Dislivello 2° giorno 1300 m circa (da 2701 a 4206 della vetta) h 4.30 circa.
Indispensabile preparazione e attrezzatura alpinistica d’alta quota.
Prenotazione obbligatoria.
Difficoltà: PD
Info: P.Ferrari 0323 587756 (ore serali) e F.Ramoni 0323 587335
Le foto dell'escursione
24 luglio Lago Mognola - Vallemaggia (CH)
L’escursione - di notevole interesse culturale e paesaggistico nell’alta Val Lavizzara, laterale della Valle Maggia - parte da Fusio, si noda tra begli alpeggi e regala anche un incontro con un’antica conduttura dell’acqua in pietra.
Difficoltà: E - Dislivello: m 550 - Tempo percorrenza: 4 h
Partenza alle ore 7.00 da Verbania Intra, P.Le Flaim
Info: Gianni 347 2435263 e Lucia 349 5187493 Ferretto.
La locandina dell'escursione
Le foto dell'escursione
31 luglio Ferrata dell’Aletsch dal Lago Gibidun sopra Blatten (CH)
Via ferrata affacciata su un lago artificiale presso il ghiacciaio più grande d’Europa, con gigantesco ponte sospeso e tyrollienne finale
Prenotazione obbligatoria.
Obbligatoria idonea attrezzatura omologata.
Difficoltà: AD - Dislivello: m 250 - Tempo percorrenza: 4 h 30 min
Partenza alle ore 6.30 da Verbania Suna, Piazzale Cimitero
Info: G. Ferretto 347 2435263; E. Colombo 333 8263914
 
Escursioni 2016 con partecipazione su prenotazione Stampa

Le sottoelencate escursioni prevedono la prenotazione obbligatoria anticipata da parte dei partecipanti per la quale sono pregati di rivolgersi agli organizzatori indicati nei relativi programmi.

Prenotazione
entro il:
Data
Escursione
Vai
a
Escursione in programma
15 luglio 7 agosto >> Da Macugnaga/Isella a Carcoforo (Val Sesia) per il Passo della Bottigia.
22 luglio 20/21 agosto >> Trekking del Monte Bianco
29 luglio 13 agosto
sabato
>> Isola (SO) - Sentiero storico del Cardinello - Passo dello Spluga – Spluga (CH)
(data escursione modificata, precedentemente in calendario il 18 settembre)

31 luglio >> Ferrata dell’Aletsch dal Lago Gibidun sopra Blatten (CH)
5 agosto 4 settembre >> Traversata da Bosco Gurin (TI) 1056 m a Fondovalle 1222 m (Formazza) per la Bocchetta Foglia 2419 m (Hendar Furggu) Lago Superiore 2319 m e Alpe Stivello m 1680
 
CAI Verbano: Lago Mognola in Val Lavizzara – Canton Ticino (CH) – 24 luglio 2016 Stampa
Mercoledì 27 Luglio 2016 07:30

Come la volta scorsa, più che una relazione sono le mie sensazioni  scritte!!!!!
L’appuntamento,  questa volta, è a INTRA, piazzale FLAIM:  ci  accoglie il sorriso  di Lucia e Gianni, indaffarati alla conta delle auto e dei  partecipanti, il cicaleccio delle persone fa capire da subito che siamo in tanti anche questa volta, qualcuno salirà strada facendo…
Destinazione: Lago Mognola – Svizzera – non si scherza: si va all’estero!!!

CAI Verbano: Lago Mognola Val Lavizzara - Ticino CH: Fusio, una curiosa fontanella posta nelle vicinanze del sentiero che porta al lago Mognola CAI Verbano: Lago Mognola Val Lavizzara - Ticino CH: attraversiamo un robusto ponte in legno di larice

La colonna di macchine – ben 8 – procede, in fila, sino al paese da dove partirà l’escursione! Eccoci arrivati: scarponi ai piedi, zaino in spalla, la conta … siamo in 36! Si procede lungo una strada carrozzabile, all’ombra, in mezzo a boschi di larici, boschi umidi,  fa quasi fresco... Gianni là davanti procede, ogni tanto guarda indietro, se è il caso si ferma… per compattare! Ora si sale lungo un sentiero che dapprima taglia la carrozzabile e poi si inerpica  lungo i prati e poi i boschi, di fianco l’acqua scorre in un torrentello  impetuoso, i fiori sono tanti, colorati!  Attraversiamo un ponte di legno: qualcuno osserva che il tronco è unico, ben lungo , di larice…  Gli occhi osservano le montagne intorno, una  catena di creste, alte, a contrasto con il cielo che promette bene.

CAI Verbano: Lago Mognola Val Lavizzara - Ticino CH: prima di riprendere il cammino ci dissetiamo alla caratteristica fontana CAI Verbano: Lago Mognola Val Lavizzara - Ticino CH: Cort Mognòla 1842 - la Cascina della Memoria

Si sale ancora, sempre più ripido, il cordone si è sgranato, qualcuno fa fatica!  Si arriva ad una fontanella, rifornimento d’acqua e via! Si arriva ad un alpeggio ben tenuto, con una baita trasformata in museo della memoria: all’interno attrezzi di lavoro di una volta, il ricordo scritto degli alpigiani … sveglia alle quattro, pane di segale, lavoro duro…! Si osservano i segni lasciati dal  ghiaccio: un tempo  la conca era ghiacciaio, uno scritto ben in vista lo dice… ecco l’escursione di oggi è anche questo: ogni tanto ci si sofferma davanti  a scritti  che raccontano  la montagna.

CAI Verbano: Lago Mognola Val Lavizzara - Ticino CH: Cort Mognòla 1842 - raccolta di fotografie che testimoniano la vita degli alpigiani CAI Verbano: Lago Mognola Val Lavizzara - Ticino CH: Cort Mognòla 1842 - entrata principale alla Cascina della Memoria

Si riparte, sempre più su, si sentono campanacci: sono capre, non si vedono, sono più veloci di noi! Siamo in mezzo ai rododendri ancora non fioriti, Gianni là davanti, per incoraggiare, grida: forza, mancano solo quindici minuti alla prossima sosta! Ed allora, via!  Si arriva al lago che lascia senza fiato: limpido, in una conca, le creste intorno che si riflettono nell’acqua… gli occhi osservano, la mente si ricarica, con  il cuore si ringrazia qualcuno Lucia Gianni il CAI  Verbano …. mah!

CAI Verbano: Lago Mognola Val Lavizzara - Ticino CH: Cort Mognòla 1842 - Cort Mognòla vista dall’alto CAI Verbano: Lago Mognola Val Lavizzara - Ticino CH: Larice in fiore
Leggi tutto...
 
CAI Verbano: Giro dei Rifugi del Gran Paradiso nell'alta Valsavarenche (AO) - 10 luglio 2016 Stampa
Mercoledì 13 Luglio 2016 18:00

Ci ritroviamo tutti o quasi alle fermate del pullman, ormai è come se fosse un appuntamento ...
L’ora è la solita, 5,00  5,30 ... volti un po’ assonnati (?), qualcuno non ha dormito, ma poco importa, ci sveglieremo strada facendo. La gita promette bene, il tempo ... speriamo.

CAI Verbano: Giro dei Rifugi del Gran Paradiso nell'alta Valsavarenche (AO): l’Alpe di Lavassey CAI Verbano: Giro dei Rifugi del Gran Paradiso nell'alta Valsavarenche (AO): fioritura di rododendri

Arrivo a Pravieux  in Valsavarenche, scarponi ai piedi, zaino in spalla e via si parte in fila indiana, dopo la conta: 1,2, 3 ... 57 !!  Tanti !! Marcello davanti, super attrezzato con tanto di “radiolina” e Franco ultimo, la scopa. Si sale lungo una mulattiera, dolce, che permette di poter osservare tutto quanto intorno: montagne alte, con ancora un po’ di neve, cascate e cascatelle di acqua finissima, prati e boschi, si sentono i fischi delle marmotte: siamo nel Parco del Gran Paradiso! Il cordone variopinto di persone sale, si snoda lungo i tornanti, serrato, perché Marcello è perentorio: nessuno passi davanti, aspettare gli ultimi, chi fa più fatica ...  E così, prima nei boschi all’ombra e poi nella pietraia  al sole, percorrendo il sentiero che ora sale abbastanza, arriviamo al Rifugio Chabod, a 2720 metri: spettacolo immenso, persone stanche, ma sorridenti, volti che trasmettono la gioia di esser lì, in mezzo alle montagne ... Sosta, panino, frutta secca e foto di gruppo, con manifesto del CAI VERBANO ben in vista!  Che soddisfazione!

CAI Verbano: Giro dei Rifugi del Gran Paradiso nell'alta Valsavarenche (AO): il Rifugio Chabod CAI Verbano: Giro dei Rifugi del Gran Paradiso nell'alta Valsavarenche (AO): la nord-ovest del Gran Paradiso e a destra il ghiacciaio di Laveciau
Leggi tutto...
 
CAI Verbano - Trekking nel Parco di Portofino (Liguria) con il CAI Frascati - 16-17-18-19 giugno 2016 - Organizzato con gli amici Gianni, Enrico e Paola di Camminaitalia (Genova) Stampa
Venerdì 01 Luglio 2016 10:12

1° giorno: San Rocco di Camogli – San Nicolò – Punta Chiappa – San Rocco di Camogli. Dislivello: 200 m; Dislivello: 200m; Difficoltà: T; Tempo di percorrenza: ca. 3h
2° giorno: Camogli - Nervi  con il treno. Passeggiata lungo mare sino al porticciolo di Nervi, salita alla chiesa di San Rocco (Nervi) – Passo Cordona (m 742) non fatto causa nebbia – Monte Santa Croce (m 512) - San Bernardo – Sori. Rientro in treno da Sori a Camogli e in bus a San Rocco di Camogli. Dislivello: 742 m; difficoltà: E. Tempo di percorrenza: 5h
3° giorno: San Rocco di Camogli – Batterie – S. Fruttuoso – Base 0 – Portofino. Rientro da Portofino a Santa Margherita con il traghetto, per  Camogli con il treno e con il bus a San Rocco di Camogli. Dislivello: 500 m; Difficoltà: E/EE. Tempo di percorrenza: 5h30
4° giorno: San Rocco di Camogli – Portofino vetta e Semaforo Nuovo – San Rocco. Dislivello 400 m; Difficoltà: E; Tempo di percorrenza: circa 3h

Due giorni prima della partenza le previsioni meteo, nel circondario di Genova e Parco di Portofino non promettevano nulla di buono. Da noi sono giorni che piove. Non ci scoraggiamo e aspettiamo fiduciosi che il tempo in Liguria volga al bello. Siamo 12 escursionisti del CAI Verbano che scelgono di andare a San Rocco di Camogli, (base del nostro trekking) con i mezzi pubblici. Quattro amici del CAI Frascati scelgono, al contrario di noi, di andare in macchina.
Partiamo di buon mattino dalla stazione ferroviaria di Verbania – Pallanza con la pioggia. Nello zaino però, oltre alle cose necessarie per i quattro giorni di trekking, non manca la mantella e l’ombrello (non si sa mai!). Il treno per Milano arriva puntuale alle 7,13. Ci attende una mezza giornata da dedicare agli spostamenti: Verbania – Milano;  Milano – Genova; Genova – Camogli; Camogli - San Rocco di Camogli.

Una splendida quattro giorni nel Parco di Portofino con il CAI Frascati.

1° giorno: giovedì 16 giugno.
L’appuntamento per i due CAI è alle 13,00 circa a San Rocco di Camogli. Ivi giunti ci dirigiamo a piedi (tempo di percorrenza 10 minuti) verso il B&B “La Rosa Bianca di Portofino” che scopriamo essere in ottima posizione con vista mare e con giardino bene curato. Ottima l’accoglienza da parte di Marco (proprietario del B&B) e famiglia.

CAI Verbano - Trekking nel Parco di Portofino con il CAI Frascati: B&B ''La Rosa Bianca'' CAI Verbano - Trekking nel Parco di Portofino con il CAI Frascati: pedonale di 1000 gradini che conduce a Punta Chiappa

Dopo esserci riposati qualche ora in abbigliamento da montagna ci dirigiamo zaino in spalla a prendere la pedonale di circa  1000 gradini e 30’ di cammino che porta a Punta Chiappa. Transitiamo per Porto Pidocchio dove arrivano i battelli da Camogli. Risaliamo una breve scalinata e seguendo il sentiero in lieve discesa arriviamo a Punta Chiappa un piccolo angolo di paradiso caratterizzata da una lingua di roccia protesa verso il mare per oltre 200 m.

CAI Verbano - Trekking nel Parco di Portofino con il CAI Frascati: Porto Pidocchio CAI Verbano - Trekking nel Parco di Portofino con il CAI Frascati: Punta Chiappa

Ci godiamo per circa un’ora la bellezza del posto ma si fa tardi e dobbiamo tornare a casa (B&B). Per il ritorno ci dividiamo: un gruppo rifà il sentiero di andata un altro sceglie la direttissima molto in piedi e un po’ faticosa ma la fatica è ricompensata da stupendi scorci panoramici sul mare sottostante. La fatica inoltre da valore ai momenti della nostra vita.
Cena a San Rocco di Camogli per tutti i tre giorni presso il ristorante “Tucca e Leva” Clima familiare, accoglienza buona, la cena è sempre stata ottima, abbondante e casalinga.

Leggi tutto...
 
CAI Verbano: Monte Grappa e i 4444 gradini della Calà del Sasso (da Valstagna a Sasso di Asiago) - 21-22 maggio 2016 Stampa
Mercoledì 01 Giugno 2016 07:00

Sabato 21 - da Bassano del Grappa, per la strada Cadorna, in bus fino alla Locanda Forcelletto, da qui a piedi con le Guide dell'Altopiano di Asiago, al Rifugio Bocchette, Cà Tasson, Croce dei Lebi, Cima Grappa (1775 m); visita della galleria Vittorio Emanuele III e del Sacrario; rientro al Forcelletto.
Difficoltà E - dislivello 550 m ca. - tempo di percorrenza 5 h.

CAI Verbano: Monte Grappa e i 4444 gradini della Calà del Sasso: inizio escursione dalla Locanda Forcelletto CAI Verbano: Monte Grappa e i 4444 gradini della Calà del Sasso: Lapide dedicata a Ettore Viola di Ca' Tasson. E' stato militare e politico italiano. Fu capitano della Prima Guerra Mondiale che si distinse nella difesa del monte Grappa al punto di essere soprannominato l'Ardito del Grappa.

Domenica 22 - da Valstagna nel canale del Brenta a Sasso di Asiago per la Calà del Sasso:  percorso formato da 4444 gradini, che collega i due comuni di Valstagna alla frazione Sasso di Asiago nell'Altopiano dei Sette Comuni; visita al “Museo dei Tre Monti” che racchiude residui bellici della Prima Guerra Mondiale e da qui salita al monumento a Roberto Sarfatti, Medaglia d'oro del 6° Alpini. Il monumento sorge sul Col d'Ecchele, unica opera in Italia al di fuori dalla Lombardia dell'architetto comasco Giuseppe Terragni, è stato fatto erigere dalla mamma Margherita Sarfatti nel 1935, a ricordo del figlio diciassettenne volontario nella Prima Guerra Mondiale, lì caduto da eroe.
Difficoltà E - dislivello 744 m + 200 m ca. al Col d'Ecchele - tempo di percorrenza 4 h ca. - lunghezza Km 10 ca.
Trasferimento in bus ad Asiago e visita al Sacrario.
Carta escursionistica Tabacco scala 1:25000 foglio 51

CAI Verbano: Monte Grappa e i 4444 gradini della Calà del Sasso: Reperti bellici nei pressi della lapide dedicata a Ettore Viola CAI Verbano: Monte Grappa e i 4444 gradini della Calà del Sasso: Verso il Sacrario del Monte Grappa
Leggi tutto...
 
CAI Verbano: Val Formazza, Corno orientale di Nefelgiù - Gita scialpinistica - 24 aprile 2016 Stampa
Martedì 03 Maggio 2016 18:00

Salita dal versante NE, partenza da Riale; Difficoltà: 2,2 – E1; Dislivello: m 1.150.
Quest'anno tutte le nostre migliori intenzioni di scorrazzare in montagna con gli sci si sono scontrate con una stagione, sciisticamente parlando, pessima. Poca neve, condizioni meteo avverse e pericolo valanghe hanno fatto naufragare tutte le escursioni scialpinistiche programmate dalla Sezione. Anche la gita in Valle d'Aosta del 16 e 17 aprile era saltata causa brutto tempo e pericolo valanghe. E mai scelta fu più opportuna: nei giorni immediatamente successivi una serie incredibile di disgrazie, causate da valanghe, si è verificata proprio in Valgrisenche, meta della nostra gita.

CAI Verbano - Val Formazza, Corno orientale di Nefelgiù: salita verso la meta CAI Verbano - Val Formazza, Corno orientale di Nefelgiù: sulla cima

La voglia di fare assieme almeno un'escursione non ci ha però abbandonati e quindi alla prima occasione, sentiti gli iscritti alla gita della settimana prima, siamo partiti per la val Formazza, diretti ai Corni di Nefelgiù, facile ma stupenda escursione sciistica con partenza da La Frua. Domenica 24 aprile quindi, nonostante le previsioni meteo avessero dato vento forte in montagna, eravamo in dieci diretti al Corno Orientale, con la gradita partecipazione anche di alcuni soci di altre Sezioni.

CAI Verbano - Val Formazza, Corno orientale di Nefelgiù: magnifica discesa nel vallone CAI Verbano - Val Formazza, Corno orientale di Nefelgiù: il gruppo degli scialpinisti
Leggi tutto...
 
Altri articoli...
Servizi
CAI Verbano Newsletter
Iscriviti, senza alcun impegno, ai notiziari di una o più attività della nostra Sezione:
Privacy e Termini d'uso
Visite in corso
 4 visitatori online
Raccolta fondi per aiutare la Popolazione Nepalese colpita dal sisma  - Invitiamo a leggere il comunicato del Presidente generale del CAI - click qui
Qui le informazioni sui percorsi escursionistici 'Da Rifugio a Rifugio': alla conoscenza del Verbano Cusio Ossola - Progetto nell'ambito dei festeggiamenti per il 150° del Club Alpino Italiano e 50° dell'Associazione Sezioni Est Monte Rosa
Carta panoramica dei sentieri del territorio del Verbano
Bollettino nivometeorologico AINEVA per l'arco alpino italiano
Bollettino per la Svizzera WSL Istituto per lo studio della neve e delle valanghe SLF
Montagna Amica e Sicura - Progetto prevenzione e sicurezza del Club Alpino Italiano - Soccorso Alpino - Guide, in collaborazione con tutte le Associazioni dedite alla formazione e/o prevenzione degli incidenti in montagna.
Meteo VETTA è il servizio on-line di informazione nivo-meteorologica della rete escursionistica piemontese realizzato da Regione Piemonte e Arpa Piemonte.

Previsioni ©ilMeteo.it
Amici del CAI Verbano su Facebook
LoScarpone.CAI.it - Qui sotto sono elencati gli ultimi articoli del Notiziario del Club Alpino Italiano: click sui titoli per leggere il singolo articolo; click su questa immagine di testa per accedere direttamente al Sito LoScarpone.CAI.it
Traduttore di contenuti
Italian English French German Spanish