I cookie ci aiutano a fornire in modo adeguato i nostri contenuti. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Per saperne di più: informativa

Ok e continua
 
Home
21 | 10 | 2018
Benvenuto nel Club Alpino Italiano - Sezione Verbano
AVVISO PER GLI ESCURSIONISTI
L'eccezionale stagione invernale 2013-2014 ha determinato numerosi danni e frane sul sentiero R3 (difficoltà EE) che dal Pian Cavallone porta al Pizzo Marona, rendendone difficile e pericoloso il transito.
E' stato ripristinato e reso agibile, grazie ai lavori effettuati dall'Ente Parco Nazionale Val Grande, il primo tratto che dalla Cappella del Pian Cavallone va al Colle della Forcola, mentre ancora permangono smottamenti nei tratti successivi.
 
Prossimi appuntamenti con il CAI Verbano - Intra Stampa
5 ottobre “CHI-GIU: da Verbania a Finisterre in bicicletta anno 2017” - parole e immagini di Giuliano Fusaro e Chicco Mignoni.
La locandina della serata
6/13 ottobre Trekking a Cipro
Info: F.Rossi 333 6189973
14 ottobre Tradizionale castagnata al Rifugio Pian Cavallone e Festa della Croce AVIS.
Alle ore 11.00 Santa Messa celebrata da Don Egidio Borella alla Croce del Monte Todano.
Dalle ore 14.00 distribuzione castagne presso il Rifugio.
La locandina della giornata
Alcune foto della giornata
21 ottobre Giro dei Paesi della Valle Intrasca - Incontro tra le Genti - 17^ edizione.
E’ la tradizionale camminata autunnale, su mulattiere e vecchi sentieri di collegamento degli innumerevoli paesi posti nella valle alle spalle di Verbania, per conservarne la fruibilità, per incontrare le genti che ancora vi vivono, per un momento di autentica convivialità.
Prenotazione obbligatoria del pranzo entro mercoledì 17 ottobre.
L´escursione si effettuerà esclusivamente con meteo favorevole.
Difficoltà: E - Dislivello: m 800 - Tempo percorrenza: 8 h
Partenza alle ore 7.30 da Cambiasca
Info: L.Marone 340 3700741; M.Bosotti 347 9131261
La locandina dell'escursione
 
Scuola di Escursionismo Est Monte Rosa - Stage "Procedure escursionistiche, la scelta del percorso di un'escursione: reperire e seguire i percorsi" - 20 ottobre 2018 Stampa
Giovedì 04 Ottobre 2018 21:00

Scuola di Escursionismo Est Monte Rosa - Stage ''Procedure escursionistiche, la scelta del percorso di un'escursione: reperire e seguire i percorsi''La Scuola di Escursionismo Est Monte Rosa
organizza

Stage annuale a tema

Procedure escursionistiche
la scelta del percorso di un'escursione:
reperire e seguire i percorsi

20 ottobre 2018 - ore 10.00
Sede CAI di Gravellona
Via Pedolazzi, 37 - Gravellona Toce VB

L'evento avrà una durata di circa 2 ore.

Lo stage è aperto a tutti i soci CAI ed in particolare è rivolto a tutti coloro che operano nelle sezioni come capo gita.

Info: ANE Paolo Barcellini 327 2417717 - Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 
CAI Verbano: Escursione in Engadina (Cantone dei Grigioni, Svizzera), Lago e Passo Lunghin - 30 settembre 2018 Stampa
Giovedì 04 Ottobre 2018 18:00

Domenica 30 settembre, ore 5,00 partenza in “perfetto” orario dal posteggio di Possaccio; facce assonnate, brevi saluti. Prima sosta a Suna. Il gruppo si fa più numeroso. Poi Gravellona, con un ultimo drappello di escursionisti e via… Il viaggio procede tranquillo, si sonnecchia in attesa del sorgere del sole. Nei pressi di Colico lo stato di dormiveglia si dissolve piano piano con le prime luci che raggiungono le cime delle montagne circostanti. Si scambia qualche battuta. E’ prevista una breve sosta per la colazione nei pressi di Chiavenna dove troviamo Anna, preziosa guida che ci attende e si unirà a noi. Si riparte e Lucia fornisce qualche dettaglio sulle due escursioni previste (passo del Lunghin e valle di Fex). Queste montagne affascinanti sono state il luogo d' incubazione del pensiero del filosofo Friedrich Nietzsche (così parlò Zarathustra) e la fonte di ispirazione del pittore Giovanni Segantini.

CAI Verbano - Escursione in Engadina, Lago e Passo Lunghin: il Lago di Sils e sullo sfondo Sils-Maria CAI Verbano - Escursione in Engadina, Lago e Passo Lunghin: foto di gruppo al Lago Lunghin

In breve tempo superiamo il confine e risaliamo i tornanti cha conducono al passo Maloja. La giornata è spettacolare, cielo azzurro e terso ma ahimè lassù scorgiamo la nebbia. Niente paura, ci assicura Anna che conosce la zona, il “Maloja snake” (il serpente nebbioso) si dissolverà presto… e avrà ragione! Raggiungiamo Maloja (1800 m slm), paesino situato sulle rive del lago di Sils e luogo amato da Giovanni Segantini. I paesaggi che ci circondano sono infatti bucolici e “segantiniani”.
Superato il paese, il pullman ci lascia presso un piccolo posteggio dove salutiamo gli amici che faranno l’itinerario della valle di Fex e del villaggio di Sils-Maria e che ritroveremo nel tardo pomeriggio. La nostra escursione invece prevede di raggiungere il lago Lunghin (2484 m slm) e il passo omonimo ( 2645 m slm).

CAI Verbano - Escursione in Engadina, Lago e Passo Lunghin: il lago Lunghin visto dal passo CAI Verbano - Escursione in Engadina, Lago e Passo Lunghin: il cippo di pietra del triplo spartiacque al Passo Lunghin
Leggi tutto...
 
L'avventura italiana in Antartide: Diego Fontaneto, ricercatore del CNR di Pallanza racconta - 29 settembre 2018 Stampa
Martedì 25 Settembre 2018 10:30

L'avventura italiana in Antartide: Diego Fontaneto, ricercatore del CNR di Pallanza racconta.
Società Operaia di Trobaso
Associazione Arci "LaGèra"


L'avventura italiana in Antartide

Sabato 29 settembre 2018 - ore 21.00
Salone Parrocchiale di Trobaso


Diego Fontaneto,
ricercatore del CNR di Pallanza,
ci racconterà le sue singolari esperienze.


Al termine, rinfresco con dolci fatti in casa.

La locandina della serata

 
CAI Verbano in collaborazione con la Proloco di Miazzina: In cammino nei Parchi, “Sentieri e Sapori”, camminata enogastronomica - 23 settembre 2018 Stampa
Martedì 11 Settembre 2018 08:30

CAI Verbano in collaborazione con la Proloco di Miazzina: ''Sentieri e Sapori'', camminata enogastronomica
Domenica 23 settembre 2018
In cammino nei Parchi

“Sentieri e Sapori”

Camminata enogastronomica organizzata in collaborazione con la Proloco di Miazzina: da Cappella Fina al Pian Cavallone, una facile escursione per tutti associata alla valorizzazione dei prodotti enogastronomici tipici del territorio proposti nel corso delle cinque tappe previste della salita (previsto contributo di 12 €).

Ritrovo a Cappella Fina alle ore 9.30
Difficoltà percorso: T - dislivello 450 m



E’ gradita la prenotazione entro venerdì 21 settembre a Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
In caso di cattivo tempo la camminata verrà annullata.

 
CAI Verbano: Traversata Valgrisenche - Val di Rhemes - 25-26 agosto 2018 Stampa
Lunedì 10 Settembre 2018 20:00

25 agosto: come d’abitudine di buon mattino ci ritroviamo alle diverse fermate previste lungo il tragitto: destinazione Valle d’Aosta e precisamente Grisenche capoluogo della Val Grisenche.
Siamo in 22 e tutti motivati a trascorrere due giorni di cammino; la meteo annuncia qualche pioggerella in serata, ma ci confortano le previsioni di domani con un ampio soleggiamento.
Giunti a Grisenche inizia il nostro cammino verso il rifugio Bezzi. Ci attendono quasi quattro ore di cammino. Percorriamo una lunga marcia di avvicinamento costeggiando il fianco sinistro della diga di Beauregard per raggiungere Truche dove una pausa ci consente di mangiare un boccone. Ci aspettano ancora 500 metri di dislivello e alcuni chilometri di cammino, ma passo dopo passo arriviamo al rifugio Bezzi poco prima della pioggia. Ormai siamo al coperto e possiamo prendere posto per la notte.

CAI Verbano - Traversata Valgrisenche Val di Rhemes: verso il Rifugio Bezzi CAI Verbano - Traversata Valgrisenche Val di Rhemes: foto gruppo al Rifugio Bezzi

Il pomeriggio trascorre rapidamente e alle 19 viene servita un’ottima cena. Da buon corista chiedo gentilmente al custode se possiamo cantare e fino a che ora; la risposta è ovvia, “certamente e fino alle 22”. La serata prosegue quindi con le nostre voci che portano allegria in tutto il rifugio; alcuni francesi/e si trasferiscono nel nostro locale e cercano, nelle nostre pause, di alternare i loro canti. Il gestore, entusiasta della nostra prestazione, arriva portando parecchi bicchierini e ci offre una bottiglia di genepi; rincuorati da questo omaggio proseguiamo fino alle 22 quando intoniamo, come da abitudine, l’ultimo canto, quello del silenzio fuori ordinanza.

CAI Verbano - Traversata Valgrisenche Val di Rhemes: verso il Col Bassac Derè CAI Verbano - Traversata Valgrisenche Val di Rhemes: vista dal Col Bassac Derè

Leggi tutto...
 
CAI Verbano: Trekking in Dolomiti - 31 agosto - 2 settembre 2018 Stampa
Venerdì 07 Settembre 2018 09:40

Le escursioni sulle Dolomiti sono tra quelle che, già dalla prima occhiata all’opuscolo annuale del Programma CAI , allertano l’attenzione e fanno nascere il desiderio di esserci, a prescindere da successive indicazioni circa la zona interessata, la meta, la tipologia di percorso. Ovvio quindi che la proposta di Massimo e Franco di un trekking interessante e tecnicamente non banale in Alta Badia riscuotesse molti consensi ed entusiastiche adesioni … fino al giorno della partenza, quando sugli aneliti dei partecipanti si è riversata una non metaforica doccia fredda.
Durante il viaggio, accuratamente organizzato con pulmini condotti da validi autisti, si sono aperte le cataratte del cielo, in un alternarsi di pioggia, pioggerella, diluvio, piovasco; tra imprecazioni sulla mala sorte, sospiri di rimpianto, preghiere a tutti i santi, circa a metà mattina, abbiamo raggiunto il Passo di Valparola, punto di inizio del Sentiero Kaiserjager, teatro di aspri combattimenti tra truppe italiane e austriache durante il primo conflitto mondiale.
Nessuno l’avrebbe immaginato; invece inaspettatamente il cielo si è aperto, l’aria si è schiarita, una diffusa luminosità ha fatto presagire, al di là della cappa grigia, la presenza del sole.

AI Verbano - Trekking in Dolomiti: sul Sentiero Kaiserjager CAI Verbano - Trekking in Dolomiti: sul Sentiero Kaiserjager

Zaino in spalla e via! con un moderato avvio, fino a quando la pendenza si è fatta più decisa, acquistando le caratteristiche di “sentiero di guerra” attrezzato. Tracciato in posizione dominante e affacciato sul fondovalle, l’itinerario è molto gratificante in senso paesaggistico; costruito con lo scopo di contrastare gli attacchi delle postazioni nemiche sull’opposto versante, presenta una grande varietà di manufatti e di reperti a testimonianza di aspri e cruenti combattimenti. Camminando nelle trincee, risalendo canalini, percorrendo cenge, visitando gallerie con antri per il ricovero delle persone e il deposito delle armi, feritoie con mitragliatrici puntate, tornano alla mente immagini, racconti, fotografie, lettere, canzoni, luoghi e date della storia reale, scritta inconsapevolmente da migliaia di anonimi soldati e di quella ufficiale, gestita dagli organi di potere per cambiare secondo oscuri interessi il futuro delle nazioni e l’assetto del mondo.
Questa volta, sulla vetta attorno alla croce, le effusioni festose non hanno fugato il pensiero degli eventi bellici che qui si sono consumati, anzi hanno suscitato nel cuore dei presenti dolente smarrimento e commossa rimembranza.

CAI Verbano - Trekking in Dolomiti: accanto alla Croce sul Piccolo Lagazuoi CAI Verbano - Trekking in Dolomiti: discesa dalla Forcella dei Salares

Il tempo per una foto, per un’occhiata alla coltre di nubi che avvolge le Tofane dirimpetto a noi e subito di corsa al Rifugio, giusto in tempo per vedere l’acqua scendere a rivoli sui vetri e picchiettare energicamente sulle lamiere del tetto. Anche qui, ben in vista nelle teche posizionate un po’ dovunque, non mancano i segni della guerra, piccoli oggetti della quotidianità o della vita   militare.
Non appena ricompare il sole, ci rimettiamo in cammino e affrontiamo la discesa con un percorso differente rispetto a quello di andata, lungo un tragitto frequentato come pista da sci, che alla Forcella dei Salares si dirama anche in direzione del Rifugio Scotoni. Dopo una breve, ripida calata su gradoni e pietraia chiudiamo l’anello e ci ritroviamo al Forte tra i Sass.
Siamo soddisfatti; l’obiettivo del primo giorno è stato raggiunto.
Il pulmino ci trasporta a Badia e, mentre i capi gita espletano le formalità necessarie per assicurare a tutti una buona cena e di un rigenerante pernottamento, abbiamo modo di godere del panorama circostante, con graziosi villini, ondulazioni prative ben rasate, rigogliose conifere solitarie, a macchia, poi sempre più fitte fino ai piedi delle vette.

Leggi tutto...
 
CAI Verbano: Corno Bussola (m 3023) in Val d´Aosta da Estoul, anello per il Colle Palasina - 29 luglio 2018 Stampa
Sabato 04 Agosto 2018 08:30

Quando arriva il tempo delle ferie, tutti sono contagiati dalla voglia di evadere, di andare in qualche posto nuovo, anche solo per un giorno. Domenica 29 luglio, il piazzale, in cui come il solito a Gravellona si aspetta l’arrivo del pullman, è gremito, poiché oltre a noi, armati di zaino e scarponi, in viaggio verso la Valle d’Aosta, sosta una nutrita folla di persone con borse di paglia e ciabattine, che invece sogna il mare.
L’autista fila spedito sull’autostrada semideserta e solo quando incomincia la salita della Val d’Ayas il generale stato di dormiveglia si dissolve, dando spazio a cenni di dialogo, ad occhiate curiose, a domande interessate. Guardiamo le montagne verso cui ci stiamo dirigendo, ad una ad una o nell’insieme, ne osserviamo i profili, studiamo la conformazione dei picchi, cerchiamo di indovinare la via di ascesa, fissiamo la croce di vetta che brilla al sole.

CAI Verbano - Corno Bussola (m 3023) in Val d´Aosta da Estoul: Monte Bianco e Cervino CAI Verbano - Corno Bussola (m 3023) in Val d´Aosta da Estoul: il ponticello sul rio del lago della Battaglia

Sono belle le montagne. La loro grazia pervade l’intero paesaggio, dalle case di Brusson, siano esse villini, chalet o baite ristrutturate, a tutti gli oggetti della quotidianità: il pergolato della vite, la fontanella di legno, la rosa canina cascante dal muricciolo, la banale catasta di legna addossata al muro e … i gerani, a cascate, a festoni, a fasci, a ghirlanda. Pensando agli “spelacchi” del mio balcone, rabbrividisco.
Sono creazioni di arte povera che ci accompagneranno per tutto l’itinerario, che ritroveremo nel piccolo larice fieramente issato su un masso erratico, nei casolari accucciati nel verde come sentinelle dormienti, nei cuscini di ranuncoli acquatici, naturali ammortizzatori dei salti d’acqua del torrente, nel ponticello a schiena d’asino, romantica porta d’ingresso nell’area lacustre del Palasina.

CAI Verbano - Corno Bussola (m 3023) in Val d´Aosta da Estoul: vista verso sud

Leggi tutto...
 
CAI Verbano - Rifugio-Fest con Cena al Pian Cavallone - 3 agosto 2018 Stampa
Sabato 21 Luglio 2018 20:00

CAI Verbano - Rifugio-Fest con Cena al Pian Cavallone - 3 agosto 2018 Per festeggiare il termine di una fase importante dei lavori di ristrutturazione e miglioramento del nostro Rifugio al Pian Cavallone vorremmo organizzare una

Rifugio-Fest
venerdì 3 agosto 2018 alle ore 19,30

con Cena presso il Rifugio

La “Squadra Pian Cavallone” sarà lieta di presentare quanto già è stato fatto e quanto ancora rimane da fare "domani" e "dopodomani" ...
Per chi fosse interessato:
ritrovo a Cappella Porta ore 17,30.
Chi poi si volesse fermare a dormire al Rifugio, potrà prenotare direttamente telefonando ai Gestori; chi invece vorrà rientrare, si ricordi di portare la pila o la luce frontale.

In locandina trovi tutti i dettagli della Cena
Prenotazione obbligatoria entro domenica 29 luglio.
Info: A.Braconi 335 8475862 - L.Zucchinetti 349 5187493

 
CAI Verbano: anello Goglio Bondolero Cazzola Devero Goglio - 15 luglio 2018 Stampa
Venerdì 20 Luglio 2018 10:00

L’anello, a scavalco tra la Valle Bondolero e la Conca di Devero, si conserverà nella bisaccia dei vissuti, che ciascuno custodisce nella memoria, o forse ancor più nel cuore, come una immersione ristoratrice nella prorompente vitalità sprigionata dalla montagna a inizio estate per un periodo di così breve durata, che raramente si riesce a cogliere e a godere.
Espletato il rito della conta sulla piazzetta antistante la chiesetta di Goglio, i ventotto presenti, senza indugio, si sono incamminati, mossi dal desiderio di esplorare un nuovo, piccolo mondo alpestre caratterizzato da frugale semplicità ma racchiuso entro una cerchia di cime superbamente maestose: Cistella, Diei, Valtendra, Moro, Cornera, Cervandone, Rossa e nelle retrovie, autentici giganti di pietra assisi su troni regali, Leone, Arbola, Giove.

CAI Verbano - Goglio, A.Bondolero, M.Cazzola, A.Devero, Goglio: i rii hanno acqua abbondante CAI Verbano - Goglio, A.Bondolero, M.Cazzola, A.Devero, Goglio: verso l'alpe Bondolero

Essendosi l’itinerario snodato su un’area abbastanza ampia, varie sono state le porzioni di territorio osservate, tutte con una propria specifica connotazione, dipendente dal tipo di suolo, dal grado di esposizione al sole, dalla fascia altimetrica.
Relazionare sulla gita equivale pertanto a presentare una sequenza di fotogrammi, aventi talvolta valore artistico e paesaggistico, talaltra significato antropologico e culturale.
Attraversato il Rio Freddo, un sentiero ombreggiato, nella frescura della pineta, con un susseguirsi di tornantini, ci ha portati all’Alpe Piaggio. In prossimità delle baite, oltre alla solita zampillante acqua di fontana, abbiamo notato rigogliosi cespugli con frutti maturi occhieggianti tra le foglie: ribes vermigli, turgidi, invitanti …
Quando il viottolo si è innestato sulla strada sterrata, la moderata pendenza ha dato animo e fiato al gruppo, che, impegnato in chiacchiere civettuole o in discorsi sui massimi sistemi, è arrivato all’imbocco della Valle Bondolero. Gli occhi hanno indugiato sugli avvallamenti ondulati di questa dolce conca, sulla sua vegetazione, tutti pascoli, tracciati da colpi di pennello intinti a caso nella tavolozza dei verdi; il vento ha portato alle narici zaffate di aromi, odore di erba, di linfa, di acqua stagnante, di germogli, di resina.

CAI Verbano - Goglio, A.Bondolero, M.Cazzola, A.Devero, Goglio: le creste di confine con la val Buscagna CAI Verbano - Goglio, A.Bondolero, M.Cazzola, A.Devero, Goglio: alpe Bondolero
Leggi tutto...
 
Altri articoli...
Servizi
CAI Verbano Newsletter
Iscriviti, senza alcun impegno, ai notiziari di una o più attività della nostra Sezione:
Privacy e Termini d'uso
Visite in corso
 19 visitatori online
Club Alpino Italiano - Raccolta fondi destinati alla popolazione colpita dal sisma in Italia Centrale - click qui
Qui le informazioni sui percorsi escursionistici 'Da Rifugio a Rifugio': alla conoscenza del Verbano Cusio Ossola - Progetto nell'ambito dei festeggiamenti per il 150° del Club Alpino Italiano e 50° dell'Associazione Sezioni Est Monte Rosa
Scegli di destinare il 5 per mille al CAI Verbano–Intra - Click qui per leggere tutte le informazioni
Bollettino nivometeorologico AINEVA per l'arco alpino italiano
Bollettino per la Svizzera WSL Istituto per lo studio della neve e delle valanghe SLF
Montagna Amica e Sicura - Progetto prevenzione e sicurezza del Club Alpino Italiano - Soccorso Alpino - Guide, in collaborazione con tutte le Associazioni dedite alla formazione e/o prevenzione degli incidenti in montagna.
Piemonte Parchi
Meteo VETTA è il servizio on-line di informazione nivo-meteorologica della rete escursionistica piemontese realizzato da Regione Piemonte e Arpa Piemonte.

Previsioni ©ilMeteo.it
Amici del CAI Verbano su Facebook
LoScarpone.CAI.it - Qui sotto sono elencati gli ultimi articoli del Notiziario del Club Alpino Italiano: click sui titoli per leggere il singolo articolo; click su questa immagine di testa per accedere direttamente al Sito LoScarpone.CAI.it
Traduttore di contenuti
Italian English French German Spanish