I cookie ci aiutano a fornire in modo adeguato i nostri contenuti. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Per saperne di più: informativa

Ok e continua
 
Home
19 | 02 | 2017
Benvenuto nel Club Alpino Italiano - Sezione Verbano

Bando di gara
per l’affidamento in affitto del servizio di gestione
presso il Rifugio CAI al Pian Cavallone (VB)

Testo del bando di gara e domanda di partecipazione

Immagini del luogo e dell'interno del rifugio

 
AVVISO PER GLI ESCURSIONISTI
L'eccezionale stagione invernale 2013-2014 ha determinato numerosi danni e frane sul sentiero R3 (difficoltà EE) che dal Pian Cavallone porta al Pizzo Marona, rendendone difficile e pericoloso il transito.
E' stato ripristinato e reso agibile, grazie ai lavori effettuati dall'Ente Parco Nazionale Val Grande, il primo tratto che dalla Cappella del Pian Cavallone va al Colle della Forcola, mentre ancora permangono smottamenti nei tratti successivi.
 
Prossimi appuntamenti con il CAI Verbano - Intra Stampa
Scuola Intersezionale di Alpinismo e Sci Alpinismo 'Moriggia - Combi e Lanza'10 febbraio in Sede Sociale ore 21
Lezione teorica corso SA1 - Scuola Intersezionale di Alpinismo e Sci Alpinismo 'Moriggia - Combi e Lanza'
11 febbraio sabato Ciaspolata in notturna alla Spalavera – con spaghettata (da prenotare) finale a Piandisole.
Causa condizioni meteo non favorevoli l'escursione è rimandata a sabato 11 marzo.

E’ la tradizionale salita al chiaro di luna su uno dei più bei punti panoramici delle nostre montagne... con finale in convivialità.
Ritrovo alle ore 18 a Verbania Intra, Corso Cairoli P.le Supermercato Penny (davanti ex Collegio San Luigi).
Info: F. Rossi 0323 556282; A. Braconi 335 8475862 
Club Alpino Italiano Sezione Verbano-Intra: Caffè in Vetta15 febbraio in Sede Sociale ore 21 - Caffè in Vetta
"La signora del Nibbio" di Beppe Codini - Alberti Libraio Editore.

La storia di Angela Borghini e di Michele, dal cognome sconosciuto, libera interpretazione di una vicenda realmente accaduta. Entrambi della bassa Ossola – lei di Anzola e lui, forse, di Premosello – lavorano in un luogo incredibile: il Vallone del Nibbio. Lei, dicono, bellissima e lui ammogliato. Il nodo della vicenda è incentrato sulla figura di Angela - la signora del Nibbio - una protagonista forte e autonoma. Una donna che, dopo ripetuti soprusi da parte della famiglia, deciderà di andare via di casa e vivere da sola in un balm. Molto interessanti sono il contesto e l’ambientazione attorno a cui si svolge la vicenda. Siamo a cavallo tra la prima e la seconda guerra mondiale, al tempo del taglio dei boschi in Val Grande, quando erano in piena attività le teleferiche adibite al trasporto dei tronchi verso la ferrovia della valle del Toce.
19 febbraio Alpe Larecchio da Cà di Janzo (Val Sesia) con le ciaspole
Percorso con suggestivi scorci tra e sulle borgate walser della Val Vogna, fino all’ampia conca dell’Alpe Larecchio, dominata dal Corno Bianco.
Difficoltà: E - Dislivello: m 600 – Tempo percorrenza: h. 5
Partenza: h. 7.30 da Verbania Suna, Piazzale Cimitero
Info: F. Rossi 0323 556282, M. Canetta 0323 571670
 
Scuola di Escursionismo Est Monte Rosa: 2° Corso di Escursionismo Avanzato - 6 aprile - 2 luglio 2017 Stampa
Venerdì 17 Febbraio 2017 09:09

Scuola di Escursionismo Est Monte Rosa: 2° Corso di Escursionismo AvanzatoLa Scuola di Escursionismo
Est Monte Rosa

dal 6 aprile al 2 luglio 2017
organizza

“2° Corso di Escursionismo Avanzato”

Si rivolge ai Soci che già frequentano autonomamente la montagna o che abbiano frequentato un corso (E1) o (CE1) o (EAI1).
Ha la finalità di trasmettere le nozioni culturali, tecniche e pratiche per saper organizzare in autonomia e con competenza escursioni in ambiente su percorsi con difficoltà (E), (EE) e (EEA).
Il corso è aperto a tutti gli iscritti C.A.I. maggiorenni in regola con il tesseramento 2017.

I posti sono limitati, l’iscrizione entro e non oltre il 24 marzo 2017, per ulteriori informazioni scaricare il pieghevole con il programma qui sotto allegato oppure scrivere a Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Qui il programma completo e tutte le informazioni relative al Corso

 
CAI Verbano: sui sentieri dell'entroterra verbanese, sentiero 'Io vivo qui, i 7 campanili' - 29 gennaio 2017 Stampa
Lunedì 06 Febbraio 2017 19:00

Domenica 29 gennaio, con la presenza del Presidente in veste di guida, ha preso avvio il piano delle escursioni in calendario nel corrente anno, con il classico e collaudato itinerario “I sette campanili”.  Numero simbolico, come ben sa chi vi ha partecipato, dato che a voler essere precisi, cammin facendo, di campanili se ne potrebbero contare alcune decine!
E’ il solito percorso ad anello attorno al monte Rosso, con sconfinamenti nei paesi limitrofi, finalizzato alla ricognizione dell’entroterra verbanese. Già a Suna, località da cui si parte, si offrono agli occhi dei partecipanti scorci suggestivi, angoli di quel piccolo mondo appena dietro l’angolo, che abitualmente passa inosservato: la grazia civettuola di una piazzetta, la linearità geometrica di una viuzza a scalini, un salice che lambisce l’acqua del lago ancora ovattato dalla bruma mattutina quando già la neve sulle montagne si tinge di luce rosata e brilla al sole.

CAI Verbano – Sui sentieri dell’Entroterra Verbanese – 'I 7 Campanili': la battitura delle castagne nella pila CAI Verbano – Sui sentieri dell’Entroterra Verbanese – 'I 7 Campanili': Chiesa parrocchiale di Bieno, dedicata alla Purificazione di Maria

Salendo dolcemente lungo la antica strada di collegamento a Cavandone, lo stupore aumenta. Il particolare microclima favorisce lo sviluppo di una vegetazione, “viti, lauri e olivi” secondo la testimonianza del 1600 di Fra Paolo Moriggia, inusuale nella fascia subalpina, con i sempreverdi, i palmizi, gli arbusti in procinto di fiorire a fare ala al nostro passaggio. Si raggiungere Bieno, il paese delle Madonne, in primis quella di Re, ma, a giudicare dal numero di chiesette, oratori, cappelle, edicole, affreschi sui muri delle case, effigie ai crocevia, molte altre, oggetto di venerazione e di devoto omaggio, in cambio di celeste protezione dalle sventure e dalle calamità. Un repentino cambio di paesaggio preannuncia l’avvicinamento alla Val Grande. Accompagnati dal rumore della neve che scricchiola sotto i pedi, lungo la mulattiera serpeggiante tra i castagni, arriviamo a Rovegro, villaggio rurale di antica tradizione boschiva e, oltrepassato il famoso Ponte Romano, a Cossogno, paese” terrazzato” in modo da assicurare ad ogni casa una congrua razione di soleggiamento. L’ultimo tratto di percorso reimmette in territorio verbanese. Si discende ad Unchio lungo la storica Via Crucis, si costeggia il torrente San Bernardino, si arriva a Renco e si raggiunge, dopo una camminata di tutto rispetto, oltre la Chiesa di Madonna di Campagna, il punto di partenza.

CAI Verbano – Sui sentieri dell’Entroterra Verbanese – 'I 7 Campanili': Santuario Madonna del Patrocinio CAI Verbano – Sui sentieri dell’Entroterra Verbanese – 'I 7 Campanili': l'incontro con gli Escursionisti Val Grande a Rovegro
Leggi tutto...
 
CAI Verbano: Quattro giorni su l’Altopiano di Asiago - 16-19 gennaio 2017 Stampa
Lunedì 06 Febbraio 2017 08:00

.... Il 2017  non poteva iniziare meglio di così:  4 giorni sull’Altopiano di Asiago  con gli amici del CAI Verbano e le ciaspole!
.... Ad ottobre 2016 Lucia Z., dopo la gita in Vigezzo, raccolte le adesioni, laboriosa  come sempre, ha iniziato ad organizzare: pensione / albergo, guide, pranzi, cene… ed ora eccoci qui, pronti per la partenza, 3 automobili ed un  pulmino stracarichi: siamo in 20! Sorrisi ed abbracci, il ritrovarsi è sempre gioia ed emozione. Con Enrica salgo sul pulmino, ritrovo Carla, Maria e Pieranna, Cesare ed  Egidio, Franco R. e Franco B che saranno i super autisti per tutto il viaggio!
....” Che belle gite fa il CAI VERBANO …”. Penso e ripeto più volte …
Il tempo trascorre in fretta, nel pulmino entra qualche spiffero d’aria fredda, ma siamo ben coperti e poi l’allegria  e le risate non mancano.
Ripenso  all’ALTOPIANO,  alla gita  del maggio 2016 che noi  tutti o quasi  facemmo con Carla M., il Monte Grappa, il sacrario, i 4444 gradini della Cala del Sasso, le trincee, la “grande guerra”… Ritroveremo  lassù anche le nostre due guide, Filippo e Marco, instancabili non solo nei passi, ma soprattutto nel raccontare i tanti e tragici episodi ed avvenimenti della Guerra dell’Altopiano.

CAI Verbano - Quattro giorni su l’Altopiano di Asiago CAI Verbano - Quattro giorni su l’Altopiano di Asiago

Arrivati a destinazione, al nostro Albergo Campodimezzavia di Asiago, scarichiamo i bagagli, le ciaspole no, resteranno sul pulmino inutilizzate sino al ritorno, niente neve, ma poco importa: Filippo, la nostra guida, ci assicura  che anche senza neve  ci sono tante gite da poter fare;   non dubitiamo….  E così è!  Si parte di già, per non perdere tempo, per osservare e conoscere, comprendere  una guerra è impossibile, ma, ci spiega  Filippo, le tante mulattiere  lunghe in dolce salita, con tornanti larghi, sono state costruite dai soldati, per il trasporto degli armamenti e viveri  sino alle trincee ed alle fortificazioni.
Si lasciano in mezzi in località Valbella e si prosegue in fila in direzione Monte Valbella e Case Melaghetto… Filippo racconta con passione, ci indica il Monte Grappa, là in fondo, si intravvede il Sacrario nella neve, il Monte Verena ed il Forte … e poi ci mostra sui dossi e sui prati, perché ancora si vedono bene, i solchi ed i buchi delle cannonate: sono tante, così come sono stati tantissimi i morti. Tutti noi lo ascoltiamo, in silenzio, davanti  ad uno dei tanti cippi, a ricordo ,fatto con alcuni elmetti di ferro, pezzi  di baionette e fucili, filo spinato… I pensieri si fermano…
Si scende lungo una pista da sci, con poca neve, in fila, ancora immersi in quanto Filippo ci ha raccontato…
Ogni tanto, fermi tutti: si osservano le tracce degli animali: lepre?  volpe?  cervo? camoscio?  Si prosegue, ancora  un cippo  a ricordo di un atto eroico…Le nostre pile frontali  accese segnano il nostro passo, processione di luci, su queste belle montagne che non avrebbero mai voluto essere cimiteri…
Fa freddo, sia fuori che dentro al pulmino, perché l’aria calda negli ultimi posti non arriva. Pazienza!
La cena è una delizia, assaporo la piacevolezza di mangiare  con  amici, senza fretta, un goccio di vino rosso… Il primo giorno è passato, domani ci aspetta il Monte Verena ed il Forte, il tempo promette sole…

Leggi tutto...
 
Dal 1° gennaio 2017 il sistema GeoResQ, sarà utilizzabile gratuitamente da tutti i Soci del Club Alpino Italiano - 28 dicembre 2016 Stampa
Mercoledì 28 Dicembre 2016 20:00

GeoResQ è stato sviluppato ed è gestito dal Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico per consentire una risposta più rapida ed efficace della macchina dei soccorsi in caso di necessità.

GeoResQSi comunica che il Comitato Direttivo Centrale del Club Alpino Italiano, condividendo la proposta con il Comitato Centrale di Indirizzo e Controllo, ha deciso di offrire a tutti i Soci un importante servizio nell’ambito della sicurezza in montagna.
Dal 1° gennaio 2017, infatti, il sistema GeoResQ, sarà utilizzabile gratuitamente da tutti i Soci del Club Alpino Italiano, in regola con il pagamento della quota associativa annuale senza alcun onere aggiuntivo.
GeoResQ è stato sviluppato ed è gestito dal Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico (Sezione Nazionale del nostro Sodalizio) e non è una semplice APP di tracciamento; GeoResQ è infatti pensato e realizzato con l’obbiettivo di consentire una risposta più rapida ed efficace della macchina dei soccorsi in caso di necessità.
L’APP è disponibile sugli store dei vari sistemi operativi (Android, iPhone e Windows Phone), si installa su smartphone, è poco invasiva ed offre funzioni chiare e intuitive (Posizione, Tracciami, Seguimi e Allarme). Il cuore del sistema è la sua Centrale Operativa dedicata, attiva sette giorni su sette e 24 ore su 24, collegata con i servizi regionali del Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico e del 118/112.

Leggi tutto...
 
Ringraziamento al CAI Verbano del Presidente dell'Associazione Amici dell'Oncologia Dott. Sergio Cozzi - 9 dicembre 2016 Stampa

Associazione Amici dell'Oncologia
La lettera di ringraziamento al CAI Verbano del Presidente dell'Associazione Amici dell'Oncologia Dott. Sergio Cozzi per la donazione di Euro 735 frutto della serata-concerto “Note di Natale” del 8 dicembre e per la collaborazione e l’amicizia che si sono stabilite tra le due associazioni.

Il testo della lettera di ringraziamento

 
Una linea chiamata Cadorna - Le fortificazioni del settore Toce-Verbano durante il primo conflitto mondiale - Inaugurazione Mostra 5 novembre 2016 Stampa
Martedì 25 Ottobre 2016 14:30

Archivio di Stato di Verbania - Una linea chiamata Cadorna. Le fortificazioni del settore Toce-Verbano durante il primo conflitto mondialeUna linea chiamata Cadorna
Le fortificazioni del settore Toce-Verbano
durante il primo conflitto mondiale

MOSTRA
Inaugurazione Sabato 5 novembre 2016

Archivio di Stato di Verbania
Via Cadorna, 37 - Verbania
Sala didattica, ore 11.00

Progetti, mappe, immagini, documenti che raccontano la storia della difesa alla frontiera nord.

ORARI APERTURA
lunedi - venerdì: 10.00-15.00
(8 novembre -12 dicembre)
Ingresso libero


Associazione Culturale Amici dell'Archivio di Stato di Verbania

Il Comunicato stampa con le note di presentazione della Mostra documentaria

 
Altri articoli...
Servizi
CAI Verbano Newsletter
Iscriviti, senza alcun impegno, ai notiziari di una o più attività della nostra Sezione:
Privacy e Termini d'uso
Visite in corso
 13 visitatori online
Club Alpino Italiano - Raccolta fondi destinati alla popolazione colpita dal sisma in Italia Centrale - click qui
Qui le informazioni sui percorsi escursionistici 'Da Rifugio a Rifugio': alla conoscenza del Verbano Cusio Ossola - Progetto nell'ambito dei festeggiamenti per il 150° del Club Alpino Italiano e 50° dell'Associazione Sezioni Est Monte Rosa
Carta panoramica dei sentieri del territorio del Verbano
Bollettino nivometeorologico AINEVA per l'arco alpino italiano
Bollettino per la Svizzera WSL Istituto per lo studio della neve e delle valanghe SLF
Montagna Amica e Sicura - Progetto prevenzione e sicurezza del Club Alpino Italiano - Soccorso Alpino - Guide, in collaborazione con tutte le Associazioni dedite alla formazione e/o prevenzione degli incidenti in montagna.
Meteo VETTA è il servizio on-line di informazione nivo-meteorologica della rete escursionistica piemontese realizzato da Regione Piemonte e Arpa Piemonte.

Previsioni ©ilMeteo.it
Amici del CAI Verbano su Facebook
LoScarpone.CAI.it - Qui sotto sono elencati gli ultimi articoli del Notiziario del Club Alpino Italiano: click sui titoli per leggere il singolo articolo; click su questa immagine di testa per accedere direttamente al Sito LoScarpone.CAI.it
Traduttore di contenuti
Italian English French German Spanish