I cookie ci aiutano a fornire in modo adeguato i nostri contenuti. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Per saperne di più: informativa

Ok e continua
 
Home
28 | 07 | 2015
Benvenuto nel Club Alpino Italiano - Sezione Verbano


Ricerca storica del Club Alpino Italiano Sezione Verbano - IntraCari Soci e Simpatizzanti,
la nostra Sezione sta elaborando una ricerca riguardante la storia del nostro Sodalizio. Per arricchire quanto già in nostro possesso, abbiamo quindi bisogno anche della Vostra collaborazione per reperire ogni possibile testimonianza: documenti, fotografie, disegni, carte topografiche, articoli di giornale, appunti, medaglie ecc.
Vi invitiamo inoltre ad interpellare gli amici e conoscenti che potrebbero aiutarci.
I documenti, anche in fotocopia o in forma digitale di buona risoluzione, possono essere consegnati o inviati alla segreteria della nostra Sezione, che è a disposizione per ogni chiarimento.
Con mille ringraziamenti,

Club Alpino Italiano Sezione Verbano - Intra

 
COMUNICAZIONE AI SOCI - NOVITA' POLIZZE ASSICURATIVE
A partire dal 1° marzo 2015, sarà possibile per tutti i Soci del Club Alpino Italiano in regola con il tesseramento attivare una polizza personale contro gli infortuni che dovessero derivare dall’attività personale propriamente detta in uno dei contesti tipici di operatività del nostro Sodalizio (alpinismo, escursionismo, speleologia, sci-alpinismo, etc.).
Tutti i dettagli nella circolare 2/2015 qui leggibile.
 
AVVISO PER GLI ESCURSIONISTI
L'eccezionale stagione invernale ha determinato numerosi danni e frane sul sentiero R3 (difficoltà EE) che dal Pian Cavallone porta al Pizzo Marona, rendendone difficile e pericoloso il transito. Si segnalano smottamenti sia nel primo tratto dalla Cappella del Pian Cavallone al Colle della Forcola, sia nei tratti successivi.
 
Prossimi appuntamenti con il CAI Verbano - Intra Stampa
2 agosto Mont Fallére (m 3065) (Val d’Aosta)
Montagna di grande interesse paesaggistico con vista su quasi tutte le montagne della Valle d’Aosta e sui 4000 dell’arco alpino.
Difficoltà: EE - Dislivello: m 1315
Tempo percorrenza: h. 4,30 - Partenza: h. 5 da Verbania.
Prenotazione obbligatoria del bus
Info: M Canetta: 0323 571670
La locandina dell'escursione
9 agosto Ferrata dell’Aletsch dal Lago Gibidun sopra Blatten (CH)
“Via ferrata affacciata su un lago artificiale- con gigantesco ponte sospeso e tyrollienne finale”
Difficoltà: AD - Dislivello: m 250
Tempo percorrenza: h. 4,30
Partenza: h. 6,30 da Verbania Suna, Piazzale Cimitero
Prenotazione obbligatoria
Obbligatoria idonea attrezzatura omologata
Info: G. Ferretto 347 2435263, E. Colombo 333 8263914
22-23 agosto Trekking del Monte Bianco:
“Due tappe del Giro del Monte Bianco il trekking più famoso, completo e vario delle Alpi. Percorso per la prima volta da De Saussure nel XVIII secolo, mentre era alla ricerca della via di accesso più facile per raggiungere la vetta del Monte Bianco”
1° giorno: Courmayeur - Arnouva, Rifugio Elena, Gran Col Ferret, La Peula, Ferret, La Fouly Champex (pernottamento Champex gite “ Au Club Alpin”)
Difficoltà: E - Dislivello: m 768 in salita e m 927 in discesa
Tempo percorrenza: h. 5,30
2° giorno: Relaix d’Arpex, La Barne, Fenetre d’Arpette, Vesevey, Ourtiers, Le Peuty Trient
Difficoltà: EE - Dislivello: m 1205 in salita e m 1315 in discesa - Tempo percorrenza: h. 6-7 h.
Prenotazione obbligatoria entro il 24 luglio
Info: F. Rossi 333 6189973, S. Dresti 3351327666
La locandina dell'escursione
30 agosto Pizzo Bombögn (m 2331) da Bosco Gurin (CH)
“cammini nella storia locale”
l’ultimo tratto di percorso per raggiungere la cima è caratterizzato dalla presenza di un muro, alto circa 2 m e lungo ca. 300 m costruito nel 1948 per proteggere le piantagioni dalle capre
Difficoltà: EE - Dislivello: m 1100
Tempo percorrenza: h. 6 - Partenza: h. 6,30 da Verbania Intra, Piazzale Flaim
Info: F. Ramoni 0323 587335
 
CAI Verbano - Trekking da Riva Valdobbia (Valsesia) a Gressoney (Valle d’Aosta) - 26 luglio 2015 Stampa
Martedì 28 Luglio 2015 08:00

Ancora una volta una bella giornata serena saluta i partecipanti a questa gita. Un cielo limpidissimo non ci fa rimpiangere la levataccia.. e vogliamo prendercela comoda per gustare tutte le bellezze e le particolarità del trekking che abbiamo scelto.
Grande adesione di popolo: siamo 47, uno dei ricordi della gita sarà quindi di sicuro l’immagine del “serpentone” di escursionisti in cammino sui sentieri. 
Andiamo con ordine: mentre Alessandro, con guida fluida e sicura, risale la Valsesia pilotando il pullman che ci trasporta Gianni (organizzatore) presenta gli aspetti logistici della gita (soste previste, approvvigionamento acqua, pranzetto al rifugio per chi desidera). A seguire Lucia propone brevi cenni storici sul valico alpino che percorreremo, così come nei secoli passati fecero mercanti, migranti, truppe armate, pellegrini.. e perfino la regina Margherita di Savoia, Carducci e Cavour!
CAI Verbano - Trekking Riva Valdobbia Gressoney - foto di gruppo all'Ospizio Sottile Il cammino inizia dalla frazione di Riva Valdobbia denominata Ca’ Janzo e per circa un oretta si viaggia praticamente in saliscendi attraversando numerosi nuclei di antiche abitazioni walser, perfettamente restaurate e traboccanti di fiori. Ci addentriamo sempre più nella stupenda Val Vogna ed il sentiero comincia ad inerpicarsi, concedendo però qualche pausa in falsopiano, sempre ombreggiato da boschi di larici.
A quota 2000 ci affacciamo su ampie distese prative, punteggiate di fiori e già si vede (apparentemente vicinissimo!) il rifugio Ospizio Sottile, così ricco di memorie attentamente custodite, posto alla sommità del Colle di Valdobbia (quota 2480 m.). Un ultimo sforzo e ci ritroviamo tutti sul piazzale del rifugio, contemplando alle spalle l’ampio e dolce vallone appena attraversato e, di fronte a noi, la valle di Lys e vette più lontane scintillanti di ghiacci, tra cui riconosciamo il Gran Paradiso!
L’arietta fresca stimola l’appetito: Gianni concede un’ora e mezza di pausa per cui spuntano dagli zaini i panini e, per un nutrito gruppo di escursionisti, piatti di pastasciutta e polenta serviti con garbo e simpatia da Francesca treccine-rosse, che insieme a un socio gestisce il Rifugio, il che conferma il fatto che… non tutti i giovani sono bamboccioni!..

Leggi tutto...
 
Traversata transfrontaliera da Saas Almagell (CH) ad Antronapiana attraverso il passo di Saas con il CAI Verbano-Intra - 12 luglio 2015 Stampa
Giovedì 16 Luglio 2015 21:30

Assistiti da ottime previsioni meteo, siamo partiti per questo fantastico trekking domenica 12 luglio all’alba, raccogliendo col nostro pullman, guidato dal fedele Rossano, tanti amici “caiini verbani” e non solo (fin da Cremona…) desiderosi di partecipare a questa splendida escursione. Viaggio tranquillo fino al ridente paese di Saas Almagell, con le sue antiche architetture walser e i suoi balconi fioriti.
Due placidi impianti a seggiovia ci portano in quota (consentendo ad alcuni fortunati di osservare il curioso “dialogo” fra una mucca e una volpe...) e dopo esserci raggruppati iniziamo la piacevole salita, su sentiero perfettamente tracciato, che ci porta in circa tre ore e mezza al passo di Saas dove sostiamo per il pranzo (e non mancano i biscotti offerti da Pia... non si rinuncia al dolcetto neppure a 2.800 metri!!).

CAI Verbano - Via storica transfrontaliera Saas Almagell - Passo di Saas - Lago di Cingino - Lago di Antrona: il gruppo in partenza da Heitbodme CAI Verbano - Via storica transfrontaliera Saas Almagell - Passo di Saas - Lago di Cingino - Lago di Antrona: il gruppo verso Passo Saas sul sentiero panoramico

Prima di lasciare la Svizzera, superando il confine ed entrando in alta valle Antrona, dalle pagine di questo diario vogliamo di cuore ringraziare gli amici di Saas, che non solo, in occasione del nostro trekking, hanno anticipato l’apertura degli impianti di risalita, ma hanno anche posizionato alcune reti di protezione (per maggior sicurezza degli escursionisti “ospiti”) in un passaggio un po’ insidioso già peraltro dotato di scalini metallici e corrimano. E’ sempre bello constatare come la voglia di “darsi una mano” in montagna è spontanea, generosa e senza confini.
La discesa verso il lago Cingino (che dall’alto ammiriamo nella sua selvaggia bellezza) presenta alcuni tratti un po’ difficili per alcuni di noi: la neve copre ancora il sentiero, è necessario passare su roccette e brevi cenge che creano qualche batticuore…, ma i nostri fidi Marcello e Franco (gli organizzatori instancabili e vigili) predispongono due tratti di corda di sicurezza e sorvegliano e aiutano tutti a raggiungere i primi praticelli fioriti, anche con l’intervento dagli escursionisti più esperti e sicuri (Giovanni, Cesare, Walter e Giuseppino… ne dimentico di sicuro un sacco!) che si prodigano nell’incoraggiare, passar bastoncini suggerire gli appoggi giusti a chi si sente un po’ timoroso... e in breve tutti, felici e orgogliosi, raggiungono la diga del Cingino.

CAI Verbano - Via storica transfrontaliera Saas Almagell - Passo di Saas - Lago di Cingino - Lago di Antrona: i Mischabel, regno dei 4000 CAI Verbano - Via storica transfrontaliera Saas Almagell - Passo di Saas - Lago di Cingino - Lago di Antrona: lo Stellihorn e il Nollengletscher
Leggi tutto...
 
CAI Verbano - Sui sentieri della grande storia, percorsi di pace: Passo di Monte Croce Carnico, Pal Piccolo e Monte Cuelat (Freikofel) tra Carnia (Friuli) e Carinzia (Austria) con il CAI di Portogruaro - 4-5 luglio 2015 Stampa
Giovedì 16 Luglio 2015 21:00

Gita escursionistica sui sentieri della grande guerra sui sentieri di pace

“I giorni più belli … i giorni più tristi”.
Questa epigrafe trovata nelle vicinanze delle prime linee italiane, segno lasciato da un giovane soldato che sintetizza la sua gioventù vissuta in un modo così drammatico e cruento, ci ha accompagnato nella mente nel mini trekking che ha organizzato la sezione CAI VERBANO INTRA nel centenario della grande guerra 1915-18 il 4-5 luglio 2015.
Partiti all’alba da Verbania in bus e dopo aver attraversato letteralmente tutto il nord d’Italia arriviamo al Passo di Monte Croce Carnico in Friuli-Venezia-Giulia a due passi dal confine austriaco. Qui parte la nostra gita che ci porterà lungo mulattiere ricavate e scavate dal genio militare alla cima del Pal Piccolo, tra Carnia (Friuli) e Carinzia (Austria).

CAI Verbano - Sui sentieri della grande storia, percorsi di pace: Pal Piccolo CAI Verbano - Sui sentieri della grande storia, percorsi di pace: Pal Piccolo

La presenza dello “storico prof. accompagnatore” dr Marco Pascoli, che si è aggregato al gruppo, ci farà letteralmente rivivere i momenti drammatici e strategici di guerra. Ci ha illustrato in modo dettagliato come funzionavano gli approvvigionamenti di acqua, viveri, materiali dal fondovalle fino alle prime linee di combattimento. In vetta al Pal Piccolo m. 1866 abbiamo ammirato e percorso i camminamenti e trinceramenti austro-ungarici mentre poco più in là, sul versante italiano, si trova il cosiddetto “Trincerone italiano m. 1860”. La vicinanza delle rispettive linee di confine, anche solo di 20 metri, ci ha fatto rendere conto di quanto duri siano stati gli scontri tra i due schieramenti. La gita è poi proseguita verso la cappella Pal Piccolo adiacente al cimitero di guerra ove furono sepolti 633 caduti, traslati poi all’ossario di Timau.

CAI Verbano - Sui sentieri della grande storia, percorsi di pace: Pal Piccolo CAI Verbano - Sui sentieri della grande storia, percorsi di pace: Pal Piccolo

Prima di cena la sosta d’obbligo è la visita al museo della grande guerra, che raccoglie una grande quantità di cimeli bellici e una ricchissima documentazione fotografica. Il direttore Lindo Ufer ci ha accompagnato e nella saletta proiezioni ci ha raccontato i fatti che hanno colpito la popolazione di Timau.
Alla sera finalmente il ristoro seduti a tavola, il gruppo ha familiarizzato con i vari partecipanti, poi la mente è volata curiosa immaginando le nuove emozioni del giorno seguente sul campo : museo all’aperto del Freikofel.

Leggi tutto...
 
I Savoia e la montagna. La Casa Reale, le montagne di Ossola e Verbano tra Otto e Novecento Stampa
Martedì 30 Giugno 2015 09:00

I Savoia e la montagna. La Casa Reale, le montagne di Ossola e Verbano tra Otto e Novecento
Convegno di Studi

I Savoia e la montagna

La Casa Reale,
le montagne di Ossola e Verbano
tra Otto e Novecento

Domenica 5 luglio 2015
dalle ore 9.15 a Premeno
Hotel Vittoria - Viale Regina Elena 1

Organizzazione a cura di: Magazzeno Storico Verbanese
www.verbanensia.org
associazione.verbanensia.org

 
CAI Verbano - Gita escursionistica in Val Cannobina con la Pro Valle, giro ad anello Falmenta - Monte Riga – Gurro - Falmenta – 24 maggio 2015 Stampa
Domenica 31 Maggio 2015 23:00

Note tecniche:
•    Dislivello : 750 mt
•    Lunghezza del percorso: circa 9.5 km
•    Tempo di percorrenza : 6 ore
•    Difficoltà E
•    Salita ad Albiga (mt.1000) – monte Riga (mt. 1291):questo ultimo tratto è considerato faticoso e poco agevole – Discesa all’alpe Mergugna (mt. 1050) con sosta per il pranzo al sacco (fontana con acqua)  - Discesa a Gurro mt. 810 e rientro a Falmenta dal sentiero basso
•    Il monte Riga è la cima centrale della Valle Cannobina dalla quale si ammira un panorama eccezionale sui paesi della valle

Dal sud delle Alpi (Falmenta) al Nord delle Alpi (Gurro) e ritorno
Ingredienti per  una gita di successo:


1.    la Valle Cannobina, sempre bella, austera, nella sua lussureggiante veste di primavera, con i suoi boschi fittissimi che fanno da padroni, riprendendo, inesorabili, i pascoli e gli alpeggi, ora abbandonati e  lasciando spazio solo ai paesi abbarbicati sui due  fianchi delle montagne, in  posizione strategica per  accaparrare più sole possibile.  I suoi paesi, belli, curati, vivi anche se i dati demografici denunciano la riduzione inesorabile dei residenti

CAI Verbano - Gita escursionistica in Val Cannobina con la Pro Valle: alpeggi trasformati dal tempo CAI Verbano - Gita escursionistica in Val Cannobina con la Pro Valle: panoramica della Valle

2.    la Pro Valle e la sua gente, gente tosta, straordinaria, innamorata della sua terra, generosa, appassionata,  accogliente, custode di tradizioni e di storie, competente, simpatica ed allegra che ha confezionato una gita inedita, particolare, offrendola in dono e dono prezioso.
E per offrirla ha innanzitutto lavorato tanto e sodo, a pulire sentieri dove c’erano ancora ed a ricostruirli là dove erano svaniti, a togliere rami ed alberi caduti, a mettere segni e ometti per marcare il territorio.

CAI Verbano - Gita escursionistica in Val Cannobina con la Pro Valle: affresco di devozione alla Madonna del Sangue CAI Verbano - Gita escursionistica in Val Cannobina con la Pro Valle: custodi della memoria della storia
Leggi tutto...
 
Altri articoli...
Servizi
CAI Verbano Newsletter
Iscriviti, senza alcun impegno, ai notiziari di una o più attività della nostra Sezione:
Privacy e Termini d'uso
Visite in corso
 37 visitatori online
Raccolta fondi per aiutare la Popolazione Nepalese colpita dal sisma  - Invitiamo a leggere il comunicato del Presidente generale del CAI - click qui
Qui le informazioni sui percorsi escursionistici 'Da Rifugio a Rifugio': alla conoscenza del Verbano Cusio Ossola - Progetto nell'ambito dei festeggiamenti per il 150° del Club Alpino Italiano e 50° dell'Associazione Sezioni Est Monte Rosa
Scegli di destinare il 5 per mille al CAI Verbano–Intra - Click qui per leggere tutte le informazioni
Carta panoramica dei sentieri del territorio del Verbano
Bollettino nivometeorologico AINEVA per l'arco alpino italiano
Bollettino per la Svizzera WSL Istituto per lo studio della neve e delle valanghe SLF
Montagna Amica e Sicura - Progetto prevenzione e sicurezza del Club Alpino Italiano - Soccorso Alpino - Guide, in collaborazione con tutte le Associazioni dedite alla formazione e/o prevenzione degli incidenti in montagna.
Meteo VETTA è il servizio on-line di informazione nivo-meteorologica della rete escursionistica piemontese realizzato da Regione Piemonte e Arpa Piemonte.

Previsioni ©ilMeteo.it
Amici del CAI Verbano su Facebook
LoScarpone.CAI.it - Qui sotto sono elencati gli ultimi articoli del Notiziario del Club Alpino Italiano: click sui titoli per leggere il singolo articolo; click su questa immagine di testa per accedere direttamente al Sito LoScarpone.CAI.it
Traduttore di contenuti
Italian English French German Spanish