Tutti gli articoli

I primi chiarori annunciano una serena giornata in piazzale Flaim, dove si radunano gli escursionisti che oggi vogliono raggiungere il pizzo Ragno. Il gruppetto parte in perfetto orario, raccoglie altri amici a Suna, si prosegue per la Val Vigezzo e la val Loana, dove parcheggiamo in località Patqueso. Il numero dei partecipanti a questo punto RADDOPPIA (!) perché ci attendono una ventina di “colleghi” del CAS (Locarno, Bellinzona e CAS Ticinese) con cui eravamo d’accordo di condividere la giornata. In più ecco Donatella e Fabio (CAI Frascati), ormai dei “vecchi” amici che  oggi sono di nuovo con noi.

CAI Verbano - Pizzo Ragno in Val Vigezzo con il CAS Ticinese, Locarno e Bellinzona: sul ponte sul Rio del Basso sotto Patqueso CAI Verbano - Pizzo Ragno in Val Vigezzo con il CAS Ticinese, Locarno e Bellinzona: foto di gruppo sulla vetta

Scendiamo per sentiero fino all’alpe Basso ed iniziamo a risalire con dolce pendenza la Valle omonima, toccando diversi alpeggi, accompagnati dal mormorio del limpido torrente. In località Erta, il sentiero piega a destra e salendo in un bellissimo bosco di faggi raggiungiamo l’alpeggio di Al Cedo (dove sorge anche il rifugio del CAI Vigezzo splendidamente ristrutturato). Non ci ha spaventato una errata digressione sentieristica prima del bosco, siamo rapidamente tornati sul giusto cammino e, sul pianoro del Cedo, sostiamo per ammirare il dolce panorama prativo che ci circonda mentre più lontano si riconosce il pizzo Ruscada.
Si riparte, raggiungendo così l’alpe Geccio ed il bellissimo laghetto omonimo. La stanchezza comincia a farsi sentire ma la vetta del Ragno è ormai in vista… mezza barretta energetica e via, ci siamo quasi!..

CAI Verbano - Pizzo Ragno in Val Vigezzo con il CAS Ticinese, Locarno e Bellinzona: sullo sfondo il laghetto del Geccio CAI Verbano - Pizzo Ragno in Val Vigezzo con il CAS Ticinese, Locarno e Bellinzona: dal pastore all'Alpe Geccio

Poco dopo le 13 siamo in cima, abbracci e sorrisi di soddisfazione sotto la Croce di vetta, da cui  godiamo uno splendido panorama a 360°.
Panini, frutta, cioccolato e biscotti…un brindisi col vino Gutturnio che Fabio ha portato fin quassù insieme a un bel salame piacentino (a cui facciamo ben volentieri la festa! Grazie Fabio!).
Lunga è la discesa, ma un tiepido sole pomeridiano ci accompagna: al Geccio incontriamo Marta che ci è venuta incontro. E si fanno anche acquisti di formaggi caprini in un alpeggio…
Arrivati, un po’ stanchi ma soddisfattissimi, alle auto, decidiamo di premiarci con una birretta in compagnia, proseguiamo quindi per Fondighebi dove plachiamo la sete, stemperiamo la fatica e ci salutiamo con il consueto invito….
”Alla prossima!”

Le foto dell'escursione