Tutti gli articoli

Itinerario: Verbania – Passo del Sempione – parcheggio cabinovia per Rosswald –  salita a Rosswald in cabinovia - Saflischpass – Binn (rientro in bus)
Difficoltà: E
Tempo di percorrenza : < 8 ore - Lunghezza : 18 km
Dislivello : in salita : 745 m - in discesa : 1.164 m.
Partecipanti: 52 di tutti i CAI del VCO

Vento, tanto vento, freddo, tanto freddo e tale da imporre l’equipaggiamento invernale con guanti e berretto,  nebbia fittissima, con visibilità a pochissimi metri  …. Se il giorno si vede dal mattino!!!! Bah!!!  Non resta che la buona compagnia, quella c’è ed è già un bel successo!
Fortunatamente il sentiero è buono: ben tracciato, con ottimo fondo, ben percorribile e senza alcuna esposizione che lo possa rendere pericoloso. Si naviga a vista; non si ha alcuna percezione del mondo circostante, si vede solo dove si mettono i piedi. Lo scambio di considerazioni è intenso: contrapposizione tra ottimisti (vedrete che magari, forse si apre, arriverà un po’ di sole, speriamo!!!!) ed i pessimisti (partiamo con la nebbia e si arriverà con la nebbia, non vedremo un bel niente!!!!) come in ogni situazione della vita.

CAI Verbano - Traversata Rosswald – Binn (CH) CAI Verbano - Traversata Rosswald – Binn (CH)

Al passo del Saflischpass, dove termina la salita (poi il percorso  sarà praticamente tutto in discesa salvo l’ultimo tratto per raggiungere Binn), le prime avvisaglie: piccoli squarci nella coltre nebulosa che compaiono e scompaiono, lasciando intravvedere esili lembi di azzurro, quasi ad un gioco al rimpiattino, che suscitano speranze e repentine delusioni.
Poi, con calma, la nebbia si dirada, si dissolve lentamente, alzandosi come un sipario di veli leggeri, per mostraci gradualmente la scena delle montagne, montagne brulle, di sabbia, senza vegetazione, appena coperte da prati radi, intercalate da scariche di terra e sassi; l’ambiente diventa surreale, la luce che filtra tra la nebbia crea contrasti intensi, che emozionano.
Gli ottimisti hanno l’impressione di aver centrato la loro previsione. I pessimisti rimangono tali.

CAI Verbano - Traversata Rosswald – Binn (CH) CAI Verbano - Traversata Rosswald – Binn (CH)

Ad una radura, una specie di anfiteatro grigio tra sabbia e pietre, sostiamo per il pranzo e ci ricompattiamo. Il tempo va via via stabilizzandosi, il sole ha la meglio; si riesce finalmente a togliere guanti e berretto. I biscotti di Pieranna e di altre Signore vanno a ruba, sono buonissimi! Brave!!!  Grazie!!!
Poi la discesa tra prati e pascoli, al cospetto di una serie ininterrotta di monti che non sono altro che il “lato B” delle nostre montagne del Veglia e del Devero, partendo dal passo del Sempione, fino alla Formazza, là in fondo con il ghiacciaio del Basodino.
E’ bello lo scambio di impressioni per dare a ciascuna cima il suo nome, per individuarne i profili da un’angolazione del tutto diversa da quella cui si è abituati. Si percepiscono molte conoscenze e competenze, oltre che tanta passione! E’ un gran bello spettacolo!
La vallata verso Binn è uno splendore, anche se l’avvicinamento alla meta è veramente lunghetto: incontri ravvicinati con le marmotte, alla vigilia del loro riposo invernale, sono un bel diversivo e oggetto di tanti scatti: loro si comportano da vere stars, si lasciano tranquillamente riprendere sulla soglia di casa, senza calarvisi dentro né fischiare allarmate.
E poi il bosco: un bosco bello, fitto, con alberi svettanti alti verso il cielo, che dà pace e ti concilia con la vita, che ti lascia pensare, che ti fa ascoltare e vedere la sua storia, che ti avvolge, conducendoti fino alla meta, al paese di Binn, come sempre bello, accogliente, superbo.
Una bella escursione!!!! Grazie a Maria e Avio per la proposta e l’ottima conduzione, complimenti!

La galleria fotografica