Tutti gli articoli

Orasso – Cursolo – Monte Vecchio – Orasso
Il CAI Verbano, in collaborazione con la Pro Valle Cannobina e con la gradita partecipazione del CAI di Biella, ha organizzato per domenica 25 maggio una bellissima escursione ad anello “Sulle orme di San Carlo Borromeo alle falde dei Gridoni”. Con la guida attenta ed esperta di Giuseppe Dellamora siamo partiti da Orasso, incantevole villaggio ricco di testimonianze storiche e culturali.

CAI Verbano - Sulle orme di San Carlo Borromeo alle falde dei Gridoni: l'Oratorio del Sasso CAI Verbano - Sulle orme di San Carlo Borromeo alle falde dei Gridoni: la lavorazione della canapa

Ci siamo soffermati all’Oratorio del Sasso, risalente al XIV sec. per ascoltare le informazioni che Giuseppe generosamente ci forniva, riguardanti questo antico edificio. Altre soste, con relativi interessanti racconti, sono state effettuate lungo la Strada Borromea, antica via commerciale che collegava Cannobio alla Val Vigezzo, percorsa anche da San Carlo Borromeo durante una visita pastorale. Così abbiamo potuto notate interessanti aspetti tipici del territorio che altrimenti, ad una visita distratta o frettolosa non avremmo saputo vedere, come gli importanti affioramenti rocciosi, o la zona dove era coltivata e lavorata la canapa. Poco dopo aver avvistato un vivace camoscio correre veloce a nascondersi nel bosco, ci è stato fatto notare come il territorio della valle sia stato trasformato dai “piazzit”, numerosi terrazzamenti sostenuti da muri a secco, per poter sfruttare la terra anche là dove la natura del pendio montano non lo avrebbe permesso. Siamo passati nei pressi di un mulino sopravissuto fra i tanti attivi un tempo nella valle. Un’altra sosta interessante è stata fatta poco prima di Cursolo presso un grande vecchio lavatoio coperto.

CAI Verbano - Sulle orme di San Carlo Borromeo alle falde dei Gridoni: il vecchio mulino CAI Verbano - Sulle orme di San Carlo Borromeo alle falde dei Gridoni: il lavatoio comunale risalente alla fine del XVIII secolo

Una volta raggiunto l’antico alpeggio di Monte Vecchio con i suoi secolari e meravigliosi faggi ed il suo ampio panorama su monti e paesi della Val Cannobina, abbiamo continuato il nostro percorso scendendo in direzione di Orasso. Prima del paese abbiamo iniziato a risalire ripidamente nel bosco di castagni e faggi il pendio che ci ha portato a Cheibi, dove, sotto le strapiombanti e selvagge pareti rocciose dei Gridoni abbiamo goduto della nostra meritata pausa pranzo.

CAI Verbano - Sulle orme di San Carlo Borromeo alle falde dei Gridoni: foto gruppo CAI a Cheibi CAI Verbano - Sulle orme di San Carlo Borromeo alle falde dei Gridoni: ufficialità con CAI Biella e Pro Valle a termine escursione a Orasso

Ripreso il cammino abbiamo raggiunto quasi in piano il caratteristico nucleo abitato di Spoccia, paese che con le sue case, le sue viuzze e le sue caratteristiche fontane merita sempre una visita; e quindi, prima in discesa e poi in salita siamo arrivati di nuovo a Orasso dove ci attendeva un apprezzatissimo rinfresco offerto dalla Pro Valle. Abbiamo così concluso l’escursione in allegria, dando il via ad assaggi di salumi, formaggi, torte con marmellate fatte in casa e mieli locali, scambiandoci chiacchiere e impressioni prima di passare ai saluti formali di rito e ai ringraziamenti ufficiali fra i due CAI e la Pro Valle.
La giornata ci ha regalato esperienze interessanti e piacevoli, ma anche buona e bella compagnia, tanto da lasciare in molti un gran desiderio di tornare in Val Cannobina.

Lucia

La galleria fotografica