Tutti gli articoli

Ci ritroviamo alle 6,30 a Suna , siamo in 14, tra cui due baldi "giovanotti" Nicolò undicenne e Cristian di dieci anni, subito adottati come mascotte del gruppo.
A Gravellona, seconda fermata, si aggiungono altri cinque amici tra cui Jose, argentino, proveniente dalla vicina Svizzera  e ciò ha dato un tocco di internazionalità alla nostra uscita.
Le previsioni meteorologiche non sono favorevoli, ma partiamo ugualmente fiduciosi in un miglioramento ed infatti dopo due ore di viaggio arriviamo a destinazione con il sole.

CAI Verbano - Ferrata di Caprie Val di Susa: ponte tibetano CAI Verbano - Ferrata di Caprie Val di Susa: foto di gruppo

Mentre ci incamminiamo verso l'attacco della ferrata scorgiamo la parete di serpentino che affronteremo e un cartello informativo che spiega lo sviluppo e le difficoltà del percorso. Indossiamo l'imbrago e il casco, partiamo uno dietro l'altro  ed iniziamo ad arrampicare con le battute di Massimo che sprona Nicolò, Enrico che incoraggia il piccolo Cristian e il suono dei moschettoni che scorrono sui cavi di sicurezza.
Negli anfratti di roccia, con nostra sorpresa, scopriamo piante di fico d'india e agave, "ma siamo in Sicilia o in Val di Susa?".
Verso la fine della nostra ascesa altra sorpresa: un aereo lungo ponte tibetano che ci regala una vista mozzafiato dell'intera vallata. Superiamo anche quest'ultimo ostacolo e arriviamo felici in cima.
Dopo aver immortalato la soddisfazione sul volto dei partecipanti nell'immancabile foto di gruppo, con il sentiero di discesa torniamo a valle.

CAI Verbano - Ferrata Orrido di Chianocco Val di Susa CAI Verbano - Ferrata Orrido di Chianocco Val di Susa

I nostri capi gita sapendo che nelle vicinanze è ubicata un'altra ferrata, decidono di andarla a provare, così dopo un breve trasferimento in macchina giungiamo al paese di Chianocco. Qui ci imbraghiamo di nuovo ed affrontiamo questa seconda ferrata che si sviluppa in un orrido, più corta ma più fisica,  cioè più impegnativa. La disponibilità e la preparazione tecnica dei nostri accompagnatori ci ha permesso di concludere felicemente anche questa seconda ferrata.
Prima del rientro abbiamo fatto una sosta tecnica presso una gelateria per scambiarci i saluti e ritemprarci con un buon gelato. Un grazie particolare a Enrico, Massimo, Gianni e Luigi per il loro aiuto morale e materiale.
Un caro saluto e ringraziamento a tutti i partecipanti per la bella giornata passata insieme  e alla prossima !!!

La galleria fotografica