Tutti gli articoli

Il CAI Verbano al Corno del Gries: in prossimità della vetta e vista sulla Val FormazzaUn angolo remoto e poco frequentato della Val Formazza, severo, vario, affascinante.
Contrasti di colori, di forme, di sagome, esaltati dal vento.
Sensazioni profonde, di inadeguatezza, di piccolezza, in sintonia con la severità e maestosità dell’ambiente; temperatura rigida.
Un bel gruppo di escursionisti motivati, affiatati e allenati, guidati dalla competenza di Franco. 
La salita, nella parte alta, poco segnalata: esili tracce, rari ometti; la meta che si mostra solo verso la fine del percorso, annunciata da una serie di torrioni che si susseguono come un ventaglio dal Corno Brunni; il terreno sottostante la cima e prima della Forchetta, denudato dai ghiacci e dallaIl CAI Verbano al Corno del Gries: vista sul lago di Morasco lungo la discesa neve, si presenta spoglio, sabbioso, compatto, strano, morenico ma con pochissimi massi, che trattiene le impronte dei passi che penetrano come fosse neve, lasciando solchi profondi; il colpo d’occhio sui laghi e sulle cime dell’Arbola, del Blinnenhorn, Basodino e di tante altre e sul fondo valle; … insomma tanti piccoli e grandi ingredienti, tanti  gioielli, perfetti per una salita non banale, difficilmente dimenticabile e, nel tratto finale, dal colle alla cima, da percorrere con molta attenzione.

Corno del Gries (o Grieshorn): m 2928
quota di partenza: m 1743
quota vetta: m 2928
dislivello complessivo: m 1185
difficoltà: EE
località partenza: Diga di Morasco (Val Formazza) VB
Cartografia: Carta Nazionale Svizzera – foglio 265 Nufenenpass 1:50.000