Tutti gli articoli

All'inizio della gita, il pensiero va a Marcello. Lui che l'aveva organizzata insieme a Franco Rossi, lui che aveva Con il CAI Verbano a Devero sul Monte Cazzola: avvicinandoci al colle appaiono sullo sfondo i monti Cistella e Dieidovuto rimandarla causa cattivo tempo ed oggi che partiamo con un sole splendente ed un cielo limpido è a letto con 38 di febbre. Onore ai caduti in malattia.
Si parte, la maggior parte di noi con le ciaspole, ma anche una nobiltà di cavalieri di montagna con gli sci, che decidono però di restare accanto a noi con le racchette, quasi a proteggerci.
Nel momento della pausa pranzo il vicepresidente Franco Rossi li ringrazierà pubblicamente additandoli ai partecipanti come gente con spirito di servizio ed encomiabile senso di comunanza e solidarietà.
Partenza dall'alpe Devero e si inizia subito a salire. Tutto procede bene, fino alla fine della salita tra i larici e l'inizio di una tratto pianeggiate che è preliminare alla nuova salita verso il Monte Cazzola.
A questo punto inizia a soffiare un vento gelido, che diventa sempre più cattivo mano mano che ci Con il CAI Verbano a Devero sul Monte Cazzola: foto di gruppo sulla cima avviciniamo alla sommità del monte. Vestiamo in tutta fretta le nostre giacche a vento, ci infiliamo cappelli, paraorecchie e proseguiamo a denti stretti ( la bocca è meglio tenerla chiusa con questo vento soprattutto quando si hanno carie).
Raggiungiamo la vetta con il vento contrario che solleva una tormenta di neve che s'attacca ai vestiti, se poi malauguratamente dovessimo cadere, ci alzeremmo bianchi come tanti orsi polari, l'immagine è del cavaliere montano Franco Ramoni. Attendiamo, di ricongiungerci tutti, su una vetta rotonda spelacchiata dal vento che ha fatto affiorare l'erba secca tanto ha spazzato via la neve.
Scendendo, dal monte Cazzola, sorpresa , chi vediamo salire, sul monte Cazzola, con un gruppo di amici? Ma il nostro presidente Colombo! Questa improvvisata ci fa piacere, ma purtroppo non rimarrà con noi fino a sera per altri impegni. La gita prosegue. Con il CAI Verbano a Devero sul Monte Cazzola: baite a Devero cariche di neve
Ci fermiamo per la lezione teorica sull'utilizzo del ARVA poi scendiamo piano piano con le racchette che sembrano trasformarsi in piccoli sci tanto è ripida la discesa al Devero.
Ci diamo appuntamento al bar di Croveo per una sorpresa organizzata dalla nostra Lucia dottoressa. Invece che al bar la festicciola si svolge all'aperto, in un parcheggio pubblico: moscato offerto da Franco e biscotti fatti da Lucia, perché nati entrambi il 7 marzo ed oggi con un po' di ritardo vogliono condividere con noi la loro festa (centovent'anni in due ? ).
Si canta “Amici miei”, ci si saluta e alla prossima.

Le foto dell'escursione