Tutti gli articoli

31 maggio Pal Piccolo e Pal Grande - 1° giugno Altopiano del Montasio con l’U.O.E.I. di Udine.
2 giugno Gita culturale a Cividale e a Trieste con guida.

Le impressioni di un partecipante al trekking

Il CAI Verbano al Pal PiccoloDomenica 31 maggio, alla partenza da Udine, sembrava proprio che il trekking e l’intera vacanza fossero decisamente compromessi: pioveva ed il cielo cupo non lasciava presagire nulla di buono.
Ma noi, che non ci lasciamo facilmente spaventare, ci siamo avviati ugualmente verso Sella Nevea diretti all’altopiano del Montasio. Ed è andata bene perché, cessata la pioggia, siamo saliti felicemente, prima su sterrato e poi lungo il Sentiero delle Malghe, fino alle “casere” dei Piani del Montasio, ai piedi del rifugio Brazzà, splendido belvedere sulla catena del Monte Canin.
Al rientro a Sella Nevea una piacevole sorpresa ci attendeva: gli amici friulani dell’UOEI ci hanno offerto un ricco banchetto a base di prodotti locali ed ottimo vino!
Ma il meglio doveva ancora venire. Infatti lunedì 1° giugno, con Il CAI Verbano con gli amici dell'UOEI di Udine al Pal Piccolotempo buono, siamo saliti al Passo di Monte Croce Carnico, sul confine con l’Austria, per poi goderci la splendida escursione al Pal Piccolo (mt.1867) lungo il sentiero della memoria, passando attraverso trincee e strutture militari in disuso e calpestando i residui nevai in quota.
Nei quattro giorni di trekking era inoltre prevista anche una parte “turistica”, certo non meno piacevole ed interessante. Gradevole e coinvolgente infatti si è rivelata la scoperta della cittadina medioevale di Venzone, così come la visita alla cattedrale di Gemona, entrambe distrutte dal terremoto del 1976 e riedificate.
Molto interessanti e gradevoli anche i giri turistico-culturali della città di Udine di sabato 30 maggio, della bella Cividale del Friuli, arroccata sulle rive del fiume Natisone e di Trieste di martedì 2 giugno, giorno in cui abbiamo anche visitato il grandioso Ossario di Redipuglia, con pranzo presso la ex caserma militare.Il Sacrario Militare di Redipuglia
Trekking riuscitissimo quindi, di cui ringraziamo gli organizzatori e gli amici dell’UOEI che ci hanno ospitato alla grande.
Un grazie particolare va a Clara che si è data molto da fare affinché tutto andasse per il meglio, a Mizzi la nostra guida per Udine e alle sue collaboratrici Teresa e Speranza, ad Alfeo che ci ha accompagnati all'Altipiano del Montasio e al Pal Piccolo, a Bruno che sul Pal Piccolo ci ha parlato di storia e di combattimenti ivi avvenuti nella prima guerra mondiale e tutti gli altri che con Clara hanno collaborato con impegno e competenza, affinché la “Quattro giorni nelle Alpi Giulie” diventasse un successo. Da ultimo un grazie speciale alla nostra guida Raffaella Grasselli/Nord-Est Guide di Trieste che ci ha accompagnati con professionalità ed entusiasmo da Udine a Trieste facendoci visitare la bella cittadina di Cividale del Friuli, il Sacrario di Redipuglia e Trieste.

L'articolo pubblicato dalla U.O.E.I. di Udine sul periodico 'Stelutis Alpinis'

Le foto dell'escursione