Tutti gli articoli

Durante un'uscita di sci alpinismo tra amici, nasce l’idea di fare una gita con gli sci sull’Etna, tutti entusiasti si decide la data di partenza. I nostri eroi sono Migliorati Bruno e Taglioni Gilberto del CAI di Gravellona, Ragazzi Roberto, Tamburini Michele e Degregori Massimo del CAI di Baveno, Lomazzi Mauro e Colombo Enrico del CAI Verbano.
Scialpinistica in Sicilia sull'EtnaSi parte da Baveno e già dai primi minuti di viaggio si capisce che questa gita sarà uno spasso.
Milano Malpensa Catania in aereo; a Catania ci riceve il vice presidente del CAI Catania, Sig.Giorgio Pace - una persona squisita, sempre disponibile ad ogni bisogno - il quale, dopo essersi districato nel traffico cittadino, ci offre il pulmino 4x4 del CAI. Subito partiamo per Linguaglossa un paesino alle pendici dell’Etna, cena e subito dopo andiamo a dormire.
Il mattino seguente, dopo un’abbondante colazione decidiamo di fare un trekking sulle pendici dell’Etna visitando sentieri che conducono a varie grotte (Grotta delle femmine, Grotta dei lamponi, Grotta dell’ace, Grotta del gelo) questa gita ci impegna tutto il giorno.
Torniamo a casa, doccia cena e letto. Il mattino dopo di buon’ora partiamo alla conquista con gli sci della cima del vulcano. Dopo qualche ora arriviamo in vetta dove ci avvolge una nube di vapori che vengono in superficie in un scenario di roccia, ghiaccio e neve. In vetta stiamo pochi minuti in quanto il vento è molto forte e freddo, togliamo le pelle di foca e giù verso valle su splendidi pendii. La sera della bellissima giornata si conclude con lauto pasto e con qualche bicchiere di vino.
Il giorno dopo il tempo peggiora e così decidiamo di fare una gita turistica visitando piccoli paesini e centri più famosi come il castagno di 3000 anni, Taormina, Giardini Naxos.
La nostra gita si conclude con il rientro da Catania salutando la bella Sicilia nella speranza di ritornarvi al più presto.