Tutti gli articoli

Si parte sabato mattina con puntualità svizzera.. tutti i partecipanti sono presenti e scalpitanti nei vari punti di raccolta, felici di iniziare questa bella gita insieme. E’ vero che le previsioni meteo sono tutt’altro che buone ma.. per ora splende il sole e le Dolomiti verso cui siamo diretti son sempre le Dolomiti!! Si vedrà … Siamo in 39, con numerosi “infiltrati” di altre sezioni CAI (la colonia di Domodossola è la più nutrita), ma il clima è immediatamente di totale condivisione, tutti chiacchierano allegramente e neppure la lunga coda sull’autostrada del Brennero spegne il buonumore.

CAI Verbano - Tre giorni sulle Dolomiti di Cortina: il lago di Misurina CAI Verbano - Tre giorni sulle Dolomiti di Cortina

Arriviamo al Lago di Misurina intorno alle 15.30, accolti da Lucia, Maurizio ed Elvio, cari e validissimi amici che, insieme a Franco the President si sono “spremuti” nei mesi  precedenti per la buona organizzazione e per tutte le prove necessarie alla perfetta riuscita del trekking. Che fatica contare quanti faranno il sentiero attrezzato e quanti quello escursionistico! Siamo così elettrizzati che sgusciamo da tutte le parti, peggio dei bambini, e Franco 1° e Franco 2° (Rossi e Ramoni) vedono la loro pazienza messa a dura prova!
Alla fine Lucia parte col suo gruppetto per raggiungere il rifugio Fonda Savio su sentiero (impiegheranno circa due ore..) mentre un gruppo ben più nutrito affronta il sentiero attrezzato Bonacossa, che raggiunge il rifugio penetrando fra le ardite guglie dei Cadini di Misurina. Tutti, anche chi non ha grande esperienza di vie ferrate, si destreggiano tra funi metalliche, qualche passaggio un po’ esposto, sotto l’occhio vigile e con l’aiuto, se occorre, di Franco R., Massimo, Gianni, mentre Maurizio ed Elvio guidano la nostra processione e ci aiutano a “leggere” il fascino di questo paesaggio lunare e misterioso.

CAI Verbano - Tre giorni sulle Dolomiti di Cortina CAI Verbano - Tre giorni sulle Dolomiti di Cortina

Ahimè, in cima alla bocchetta del Diavolo, dopo due ore di cammino, il sole che fino a quel momento ha combattuto con le nuvole cede il posto  ad una pioggerella sottile per cui, di buon passo, dopo aver disceso un canalino attrezzato con gradini e funi metalliche ed un ghiaione, raggiungiamo anche noi il rifugio. Piove più forte ora, ma siamo tutti al riparo!...  rapida sistemazione e CENA! La teutonica “gestora”, deliziosa nel suo Dirndl ricamato, ci propina ottime lasagne al ragù (udite, udite!) , arrosti e strudel. I piatti tornano in cucina ripuliti e lustri! Ed in breve siamo a cuccia, mentre nel buio la pioggia scroscia …

CAI Verbano - Tre giorni sulle Dolomiti di Cortina CAI Verbano - Tre giorni sulle Dolomiti di Cortina

La mattina seguente non piove, ma nebbia e previsioni negative fanno propendere le nostre guide per condurci al rifugio Auronzo su sentiero normale, abbandonando la via attrezzata Bonacossa. Il primo tratto è comunque impegnativo e lo affrontiamo con cautela, viste anche le CAI Verbano - Tre giorni sulle Dolomiti di Cortina: il Rifugio Auronzocondizioni di umidità della roccia, con la costante e vigile presenza dei nostri “tutors”. Poi la faccenda si fa più agevole, attraversiamo boschi di larici e radure erbose, il sole fa capolino per un po’, la nebbia si dirada e… ecco il rifugio Auronzo, dove entriamo inseguiti da un nuovo acquazzone.
Barrette energetiche?? Cioccolato e frutta disidratata??? Macché, con la scusa che “qualcosa di caldo oggi ci vuole” i più approfittano del lussuoso self-service del rifugio e apprezzano vivamente canederli, zuppe e fettone di torta!..
Si riparte in direzione del Rifugio Locatelli: il sentiero è semipianeggiante, il tempo si fa più clemente e riusciamo ad ammirare, spogliati dalla nebbia, il monte Paterno con la sua Croce di vetta e le famose Tre Cime di Lavaredo che, una volta raggiunto il rifugio, possiamo contemplare di fronte a noi selvagge e maestose.
Ottima sistemazione in comodi letti per la notte e cena con menù a scelta(!!) che suscita universali complimenti. Partono i canti di montagna a cui tutti partecipano mentre Elvio si informa sul meteo di domani. Cattive notizie …. dovremo rinunciare alla ferrata del Paterno!...

CAI Verbano - Tre giorni sulle Dolomiti di Cortina CAI Verbano - Tre giorni sulle Dolomiti di Cortina

Infatti la mattina dopo siamo accolti al risveglio da un’ottima colazione e da una bella nebbia, che ci fa decidere di anticipare la chiusura della gita escursionistica, dedicando un po’ di tempo alla visita di Bressanone.
Torniamo al rifugio Auronzo dove ci attende Alessandro col bus, a Misurina salutiamo Lucia, Maurizio ed Elvio (e grazie ancora, anche da questa pagina!) e, percorrendo la verde Val Pusteria arriviamo a Bressanone dove abbiamo un paio d’ore a disposizione per un assaggio “culturale” della città. I giardini del Vescovado, la Cattedrale con il fantastico chiostro affrescato, la chiesa parrocchiale, il ponte sull’Isarco, i portici … tutto bellissimo! C’è tempo per mangiar qualcosa e/o per fare qualche compera (salgono sul pullman alcuni escursionisti con gli strudel sotto il braccio …).

CAI Verbano - Tre giorni sulle Dolomiti di Cortina CAI Verbano - Tre giorni sulle Dolomiti di Cortina

 

CAI Verbano - Tre giorni sulle Dolomiti di Cortina CAI Verbano - Tre giorni sulle Dolomiti di Cortina

Viaggio di ritorno senza intoppi, possiamo anche seguire un film sul monitor del bus (Franco Rossi previdente ha portato alcuni CD) ed ascoltare una leggenda “ladina” letta con passione da Piera.
Ore 21.15 siamo a Verbania.
E’ vero, il tempo ci ha punito, ma siamo riusciti a compiere almeno parzialmente il nostro trekking, e soprattutto abbiamo passato tre giorni allegri, in compagnia di amici a cui ci lega un comune denominatore: la passione per la montagna!
Arrivederci, fantastiche Dolomiti! E arrivederci a tutti i partecipanti a questa bella gita! Alla prossima ….

l.z.

Le gallerie fotografiche dell'escursione